Maratona di Venezia 2014: doppietta etiope, Gualdi secondo, ma è dramma nella 10 km, muore un podista

La gara maschile vinta da Ketema Mamo, quella femminile da Konjit Biruk, entrambi etiopi. Nella 10 km un podista di 61 anni si è sentito male ed è morto.

Grande festa di sport oggi a Venezia, purtroppo rovinata da un fatto drammatico: un podista di 61 anni, che partecipava alla 10 km che si svolgeva prima della Venice Marathon, nell’ultima parte dello stesso percorso, si è sentito male e tutti i tentativi di aiutarlo sono stati vani, è morto durante il trasporto in ospedale. Si chiamava Romano Baldi, era svizzero di Taverne e quando si è sentito male era già arrivato al traguardo da un paio d’ore e stava aspettando l’arrivo del figlio John che stava correndo la maratona.

Parlando invece di sport in senso stretto, la Maratona di Venezia ha visto il trionfo dell’Etiopia, che ha vinto sia la gara maschile con Ketema Mamo, che ha completato il percorso in 2h 16’ 45”, sia la gara femminile con Konjit Biruk che ha corso in 2h 40’ 20”. Bene anche gli italiani: il bergamasco Giovanni Gualdi è arrivato secondo in un tempo di 2h 18’ 40”, mentre tra le donne Maurizia Cunico è arrivata quarta in 2h 57’ 37” e Monica Carlin è arrivata quinta in 2h 59’ 20”.

Il podio maschile è stato completato dal keniano Weldon Korir che ha corso in 2h 19’ 34” che è riuscito a beffare sul traguardo il ruandese Jean Baptiste Simukeka (2h 19’ 39”).
Il podio femminile, invece, vede al secondo posto un’altra etiope, Motu Gedefa, che ha tardato dodici minuti rispetto alla Biruk (2h 52’ 19”) e al terzo posto la croata Nikolina Sustic (2h 55’ 52”).

La gara di handbike è stata vinta da Cristiano Picco che ha completato il percorso in 1h 24’ 55” davanti a Claudio Mirabile (1h 25’ 30”) e Gianni Garbin (1h 35’ 47”).

La Venice Marathon fa parte del circuito “Maratone delle città d’arte” ed è la prima prova, seguiranno la Maratona di Torino il 15 novembre, quella di Firenze il 30 novembre e quella di Roma il 22 marzo.

Foto © Matteo Bertolin/Venice Marathon