UK: fermati i due giovani aguzzini che per mesi hanno seminato il terrore ad Edlington

Come vi avevamo anticipato ieri sono stati identificati i due ragazzini responsabili della brutale aggressione ai danni di due bambini di 9 ed 11 anni avvenuta ad Edlington, South Yorks.Nel corso delle indagini sono emersi particolari sconvolgenti: non era la prima volta che i due aguzzini compivano atti del genere. Solo una settimana fa avevano

Come vi avevamo anticipato ieri sono stati identificati i due ragazzini responsabili della brutale aggressione ai danni di due bambini di 9 ed 11 anni avvenuta ad Edlington, South Yorks.

Nel corso delle indagini sono emersi particolari sconvolgenti: non era la prima volta che i due aguzzini compivano atti del genere. Solo una settimana fa avevano aggredito e torturato un ragazzino di 11 anni e si parla di altri 8 casi simili solo negli ultimi mesi.

Due fratelli di 10 ed 11 anni che sono riusciti a terrorizzare un’intera cittadina, cacciati da scuola ed affidati a due genitori adottivi dopo che la madre 36enne si era rivolta agli assistenti sociali perchè non riusciva più a controllare il loro comportamento.

Intervistata in merito a quest’ultima aggressione, la donna ha risposto con un secco “Non ho nulla a che vedere con questo, non sono più sotto la mia custodia“.

Ma le violenze e le sevizie ai danni di altri ragazzini erano solo uno dei passatempi preferiti dai due fratelli: erano soliti aggirarsi per il paese, lanciando mattoni alle auto, ai vetri delle finestre, alle porte e quant’altro. Si divertivano ad insultare pesantemente le persone in sovrappeso e quelle di colore. Appiccavano incendi e distruggevano recinti con una certa regolarità.

Quei ragazzini sono feccia. Lanciavano mattoni agli autobus e si divertivano a deridere l’autista che scendeva a controllare i danni. Una donna si era recata ad un funerale lo scorso anno e loro le hanno distrutto le finestre a mattonate. Non riesco a spiegare quanto siano crudeli, non c’è stato un giorno in cui non hanno creato qualche danno” è lo sfogo di uno degli abitanti del quartiere.

Ora le autorità li hanno fermati ed è assai probabile che finiscano presto in un Istituto per minori. Nel frattempo il bambino di 9 anni aggredito pochi giorni fa è stato dimesso dall’ospedale, mentre l’11 che era con lui lotta ancora tra la vita e la morte.

Via | The Sun

I Video di Blogo