Papa Francesco, la messa nella Piana di Sibari: “La ‘ndrangheta è adorazione del male”

È arrivato davanti al carcere di Castrovilari, la prima tappa della sua visita in Calabria. Più tardi Papa Francesco si recherà a Cassano.

17.34 Durante la messa, alcune delle parole di Papa Francesco sono state rivolte alla ‘ndrangheta: “La ‘ndrangheta è questo: adorazione del male e disprezzo del bene comune. Questo male va combattuto, va allontanato, bisogna dirgli di no. I mafiosi non sono in comunione con Dio, sono scomunicati. La Chiesa che so tanto impegnata nell’educare le coscienze, deve sempre più spendersi perché il bene possa prevalere. Ce lo chiedono i nostri ragazzi. Ce lo domandano i nostri giovani, bisognosi di speranza. La fede ci può aiutare”.

16.21 Con un po’ di anticipo, la messa è cominciata. Centinaia di migliaia di fedeli presenti per sentire le parole di Papa Francesco.

11.16. Nella sua visita al carcere di Castrovillari, il Papa ha parlato della necessità di rispettare i diritti fondamentali dell’uomo e l’esigenza di condizioni umane di espiazione della pena, sottolineando l’importanza “del pieno reinserimento della persona”. Bergoglio ha anche incontrato i parenti di Cocò Campolongo, il bimbo di 3 anni bruciato e ucciso a Cassano allo Ionio: “Mai più succeda che un bambino debba avere queste sofferenze”.

Alle nove in punto Papa Francesco è atterrato in elicottero davanti al carcere di Castrovillari, la prima tappa della sua visita in Calabria. Ad accoglierlo monsignor Nunzio Galantino, vescovo di Cassano allo Jonio, e un centinaio di fedeli che attendevano il suo arrivo. Uno di questi, cosa che ormai sta diventando una piccola tradizione, ha offerto a Francesco il Mate, che l’ha bevuto, per poi entrare nel penitenziario.

Nel corso della giornata il Papa si recherà a Cassano, il paese in cui Cocò Campolongo, un bambino, morì ucciso e bruciato insieme al nonno; ucciso dalla ‘ndrangheta. Nel mese di marzo, invece, fu ucciso a sprangate il sacerdote Lazzaro Longobardi, che aveva scoperto dei furti di denaro nella canonica. Due omicidi che hanno scosso la coscienza del paese e che Papa Francesco, con la sua visita, intende mantenere ben sveglia.

Tra l’altro, il padre di Cocò è detenuto nel carcere, ma non è previsto un incontro tra i due; anche se è possibile pensare a un fuoriprogramma di questo tipo. Nello stesso carcere, si trova anche Dudu Nelus, il romeno di 27 anni accusato di essere il responsabile dell’omicidio di don Lazzaro.

Dopo la visita ai carcerati, il programma prevede una visita ai malati terminali di una struttura di Cassano e agli anziani di una casa di riposo. Ci sarà anche un pranzo e un colloquio riservato con il clero della zona; riservato solo il colloquio, visto che a tavola ci saranno i poveri assistiti dalla Caritas e gli ex tossicodipendenti di una struttura riabilitativa.

Appuntamento clou per le 16.30, con il trasferimento e la conseguente messa nella spianata di Sibari, che potete seguire in diretta streaming nel video in cima al post. Gli organizzatori prevedono un’affluenza di circa duecentomila fedeli, il vescovo ha fatto sapere che per quest’evento non sono stati accettati fondi pubblici e che in prima fila ci saranno ammalati e disabili, non le autorità.