Gennaro Migliore candidato sindaco di Napoli per il Pd?

Gennaro Migliore non esclude di candidarsi come sindaco di Napoli per il partito di Renzi. Arrivano subito i primi endorsement di alcuni esponenti del Pd

Gennaro Migliore ha mandato un messaggio preciso a Matteo Renzi e al suo partito:

“Ho lasciato Sel, sia nel ruolo di capogruppo sia dal partito. Per ora sono nel gruppo misto, l’orizzonte è quello del Pse, il luogo naturale per le battaglie che vogliamo sostenere in Europa e il Pd oggi forse è il partito più rappresentativo del progressismo europeo […] Io candidato sindaco? Possibile. Ma prima bisogna dare una mano a de Magistris per farlo uscire vivo… fare il sindaco di Napoli è molto difficile”

Queste parole, riportate ieri dall’Agenzia Adnkronos, gettano luce sui progetti per il futuro dell’ex Capogruppo di Sinistra Ecologia e Libertà.

Così Migliore, dopo essere uscito dal partito nel quale è stato eletto, insieme a Claudio Fava, Titti Di Salvo e Ileana Piazzoni, gioca d’anticipo e prova a ritagliarsi un ruolo da “protagonista”. Giura, inoltre, che non entrerà subito e meccanicamente nel Partito Democratico. Per il momento andrà ad ingrossare le fila del Gruppo Misto.

La sua idea sarebbe quella di avvicinarsi al governo e allo stesso tempo di lavorare ad un nuovo progetto: “bisognerebbe fare una forza unitaria del centrosinistra“. In questo modo, però, sembra accotonare l’ipotesi di dare vita al Nuovo Centro Sinistra con Civati. Ma non è detta l’ultima, i giochi sono apertissimi.

In ogni caso, la possibilità di creare un nuovo soggetto politico unitario appare per ora priva di consistenza. Dopo aver preso il 40% alle elezioni europee, non si capisce proprio che convenienza avrebbe Renzi oggi a compiere un passo del genere. Forse, però, il punto è un altro, anche se Migliore non può dirlo. Ovvero quello del ruolo che i fuoriusciti di Sel avranno all’interno del Pd. Cosa decisiva da definire, che potrebbe convincere altri dieci deputati a mollare Nichi Vendola.

Sull’ipotesi della candidatura di Migliore a Napoli, intanto, arrivano già i primi endorsement democratici. Come riportato da l’Huffingotn Post, a rompere subito il ghiaccio è stato il lettiano Guglielmo Vaccaro, che ha dichiarato: “Migliore non sarà un buon sindaco ma sarà un grande sindaco“.

Anche il responsabile comunicazione dei democratici ci ha tenuto a dire la sua sulla questione. Francesco Nicodemo, escludendo la possibilità di una sua candidatura, ha descritto l’identekit ideale del primo cittadino della città partenopea: “Un 30-40enne non per forza renziano ma che continui sulla strada di Renzi“. Pare proprio il profilo di Migliore.