Volvo Ocean Race | Superato l’Equatore sulle orme del Dio Nettuno

L imbarcazioni viaggiano verso l’isola di Fernando de Noronha

di antonio

Tutte le sette imbarcazioni della Volvo Ocean Race hanno tagliato la linea dell’equatore e sono ufficialmente entrati nell’emisfero sud in direzione dell’isola di Fernando de Noronha. Il superamento della linea equatoriale si porta con sé storie, tradizioni e riti da seguire. Uno di questi riguarda tutti i “novellini” che oltrepassano per la prima volta l’Equatore e in cui vengono sottoposti a una cerimonia di iniziazione messa in scena dai marinai più “anziani” per ricevere la benevolenza del dio Nettuno.

Il primo della flotta della Volvo Ocean Race 2014/15 ad aver subito questa sorte è stato Matt Knighton, l’onboard reporter di Abu Dhabi Ocean Racing, il primo scafo a tagliare la linea dei zero gradi sud. Ecco le sue prime dichiarazioni con… un taglio di capelli particolare:

“Nettuno ha un nuovo adepto nel suo regno. Lo so che è difficile da credere, ma ci sono riuscito. Essendo l’unico a bordo che non aveva passato l’equatore prima, e essendo americano, avevo un sacco di cose da farmi perdonare… Però devo dire che non avrei potuto sperare di avere un gruppo di amici migliori a organizzare la cerimonia, e sono felice di essere entrato a far parte della cerchia… e poi sono sicuro che il mio nuovo taglio di capelli migliorerà le prestazioni aerodinamiche della barca.”

Abu Dhabi è in testa a poca distanza dal cancello dall’isola brasiliana di Fernando de Noronha, che sarà utilizzata come “boa obbligatoria”. E’ un percorso più lungo rispetto al solito, ideato per evitare alla flotta di addentrarsi nell’anticiclone di Sant’Elena che si trova sulla rotta diretta dalle calme equatoriali e che rallenterebbe le barche. Il team guidato da Ian Walker e il resto della flotta, dopo il passaggio effettueranno una “curva” a 40 gradi e punteranno verso Città del capo.

Abu Dhabi Ocean Racing è inseguito da vicino dagli olandesi di Team Brunel, guidati dallo skipper Bouwe Bekking, e da Team Vestas Wind, capitanato dall’australiano Chris Nicholson. Alle spalle dei tre inseguono i franco/cinesi di Dongfeng Race Team, gli spagnoli di Mapfre, i turco/americani di Team Alvimedica (sul quale viaggia l’italiano Alberto Bolzan) e l’equipaggio tutto femminile di Team Sca.