Chrono des Nations 2014: vittoria di Sylvain Chavanel. A Filippo Ganna la prova juniores

Sul podio anche Jérémy Roy e Reidar Bohlin Borgensen.

Sylvain Chavanel ha vinto la Chrono des Nations 2014, la classica di fine stagione che negli ultimi tre anni è stata monopolizzata da Tony Martin. Questa volta il tedesco dell’Omega Pharma-Quick Step non si è presentato al via e dunque la gara è stata più incerta, ma di fatto sul podio troviamo proprio i tre favoriti della vigilia e cioè Chavanel, appunto, della IAM Cycling, un altro francese al secondo posto, Jérémy Roy della FDJ, e terzo il norvegese Reidar Bohlin Borgensen del Team Joker, che nel suo Paese è campione di specialità.

Chavanel ha concluso il percorso di 51,53 km a Les Herbiers in 1h 14′ 18″, mentre Roy ci ha impiegato 53″ secondi di più e il norvegese è arrivato con un ritardo di 2′ 03″.

Per il viciniore Chavanel questa è la quinta vittoria stagionale dopo la terza tappa della Quattro giorni di Dunkerque, poi il successo nel Campionato nazionale francese a cronometro, la quarta tappa (la crono individuale) del Tour du Poitou Charentes (del quale ha vinto anche la classifica generale) e il trionfo più prestigioso di quest’anno, quello al GP di Plouay, che fa parte del calendario dell’UCI World Tour. Ai recenti mondiali, invece, il francese si è piazzato al diciassettesimo posto nella gara contro il tempo che ha visto il trionfo di Bradley Wiggins, mentre nella prova su strada vinta da Michal Kwiatkowski è arrivato solo 77°.

La Chrono des Nations, che è la fusione della Chrono des Herbiers e il Gp des Nations, è una vera e propria festa delle corse contro il tempo e oltre alla gara degli uomini élite si sono corse anche quelle delle altre categorie. Per l’Italia c’è da festeggiare nella categoria juniores uomini dove si è imposto l’azzurro Filippo Ganna.

Ecco i risultati (al via si sono presentati solo 24 corridori)

Chrono des Nations 2014 - Risultati