Basket Serie A, 2.a giornata: vincono Milano e Sassari | Risultati 20 ottobre

I risultati della seconda giornata del campionato di basket: i due posticipi sorridono a Milano e Sassari, che sono così al comando della classifica a punteggio pieno.

Milano e Sassari si impongono nei posticipi e restano al comando della classifica, a punteggio pieno, raggiungendo Varese, Brindisi e Venezia a quota 4 punti. Entrambe le favorite soffrono decisamente, prima di avere la meglio rispettivamente di Trento e Pistoia: la squadra campione d’Italia trova i canestri decisivi del trio americano Ragland-Brooks-Samuels, mentre è Sosa a realizzare i punti del successo per i sardi.

Serie A basket: risultati 2.a giornata

Sabato 18 ottobre
Grissin Bon Reggio Emilia-Vanoli Cremona 69-70

Domenica 19 ottobre
Consultinvenst Pesaro-Openjobmetis Varese 85-96
Granarolo Bologna-Upea Capo d’Orlando 74-69
Acqua Vitasnella Cantù-Sidigas Avellino 74-65
Pasta Reggia Caserta-Enel Brindisi 69-78
Umana Venezia-Acea Roma 74-57

Lunedì 20 ottobreL’approfondimento sui posticipi
EA7 Emporio Armani Milano-Dolomiti Energia Trento 90-75
Giorgio Tesi Group Pistoia-Banco di Sardegna Sassari 81-84

CLASSIFICA: Milano, Sassari, Brindisi, Varese, Venezia 4; Roma, Pistoia, Cremona, Cantù, Reggio Emilia 2; Bologna *, Capo d’Orlando, Trento, Avellino, Caserta, Pesaro 0.

* penalizzazione di 2 punti

Basket Serie A: Venezia, Varese e Brindisi ok

kangurad

Venezia, Varese e Brindisi restano in testa a punteggio pieno, in attesa dei posticipi di questa seconda giornata. I lagunari hanno vinto il big-match di giornata, nel posticipo contro Roma. La squadra di Recalcati ha comandato quasi tutto il confronto, per poi piazzare il clamoroso parziale di 16-0 nel finale, quando Roma era tornata a -2. Decisivi i 19 punti dell’ex Goss.

Le altre due capolista si sono imposte in trasferta: i lombardi passano nel finale a Pesaro, con i 24 punti di Diawara ed altri quattro uomini in doppia cifra, mentre i pugliesi hanno la meglio su Caserta, riuscendo a comandare sempre il confronto, pur senza mai prendere un vantaggio particolarmente elevato, con la doppia doppia di Mays (16 punti e 12 rimbalzi).

Pur soffrendo fino alla fine, Cantù porta a casa il primo successo stagionale, avendo la meglio in volata su un’Avellino mai doma, ma incapace di piazzare le giocate importanti nel finale punto a punto. Invece, sono i brianzoli a riuscire a trovare le giuste risposte, guidati dall’ormai consueto Johnson-Odom (20 punti e 5 assist), mentre nel finale sono di Feldeine i canestri per chiudere il confronto.

Anche Bologna conquista i primi due punti della stagione e cancella così il -2 della penalizzazione, vincendo senza problemi la gara interna con Capo d’Orlando: l’equilibrio dura solo un quarto, poi i felsinei scappano e raggiungono anche il +20 in avvio di ripresa, guidati dalla coppia Fontecchio-White, rischiando un po’ nel finale per la rimonta ospite, arrivata addirittura a -2 a un minuto dal termine.

Basket Serie A: Cremona passa a Reggio

Finita da poche ore la prima giornata di Eurolega ed è subito tempo di campionato. Il secondo turno si è aperto con una sorpresa: la Vanoli Cremona ha espugnato il campo di Reggio Emilia, che ha pagato l’assenza dell’infortunato Diener. Grande equilibrio per tutto il match, poi i padroni di casa scappano a +8 in avvio di quarto periodo e sembrano mettere la gara in ghiaccio, ma non hanno fatto i conti con Hayes. Il playmaker guida i suoi alla rimonta, prima pareggia e poi sorpassa in contropiede, mentre l’ultimo tiro di Kaukenas si ferma sul ferro.

Cinque gare in programma domenica, con un paio di partite piuttosto interessanti: Cantù-Avellino è la sfida tra le deluse della prima giornata, dunque, puntano ad un riscatto, per una sfida tra due squadre della stessa fascia e quindi già abbastanza importante. Il posticipo serale Venezia-Roma, invece, è esattamente l’opposto ed entrambe cercano conferme dopo i buoni risultati di inizio stagione. Trasferta insidiosa per Brindisi a Caserta, mentre Bologna-Capo d’Orlando è uno scontro diretto per le zone basse della classifica.

Dopo l’exploit del derby, la nuova Varese di Pozzecco va sul campo di una Pesaro apparsa decisamente in ritardo nella prima uscita. Lo ‘spezzatino’ (sarà così fino a fine stagione regolare) si chiuderà lunedì sera, con in campo le nostre due rappresentanti di Eurolega: Milano non dovrebbe avere grandi problemi contro la neopromossa Trento, nel giorno in cui isserà al Forum lo stendardo per la conquista dell’ultimo scudetto, qualche insidia in più per Sassari, sul sempre pericoloso campo di Pistoia.

Foto Alessia Doniselli