Barletta: violenza sessuale e circonvenzione di incapace, in manette tre cittadini romeni

Hanno approfittato della fragilità psichica di una 40enne di Barletta, abusando di lei ed arrivando a chiederle dei soldi in prestito. Tre cittadini romeni di 22, 23 e 21 anni sono stati identificati in queste ore e rinchiusi nel carcere di Trani: a far partire le indagini è stata proprio la vittima, che l’estate scorsa


Hanno approfittato della fragilità psichica di una 40enne di Barletta, abusando di lei ed arrivando a chiederle dei soldi in prestito.

Tre cittadini romeni di 22, 23 e 21 anni sono stati identificati in queste ore e rinchiusi nel carcere di Trani: a far partire le indagini è stata proprio la vittima, che l’estate scorsa si è presentata in caserma ed ha raccontato l’intera vicenda.

Ha rivelato di essere stata avvicinata da un ragazzo e di essere entrata in confidenza con lui. A quel punto il giovane le avrebbe presentato un amico che diceva di essere interessato ad avere una relazione sentimentale con lei.

Le aveva promesso una relazione duratura in cambio di un prestito di denaro: lo sporco giochetto aveva funzionato, sesso gratis e denaro, così i due romeni hanno fatto entrare un gioco un altro loro connazionale, che si è comportato allo stesso modo ed ha ottenuto altri soldi.

Le cifre, come si legge su Il Giornale, “hanno superato a volte i 1000 euro mentre tra i regali preferiti anche costosi cellulari di ultima generazione. Non soddisfatti, i tre aguzzini travestiti da innamorati avevano suggerito alla donna di sottrarre denaro dalle tasche dei familiari per poi farsi consegnare anche i soldi della sua pensione di invalidità“.

Per loro l’accusa è di violenza sessuale e circonvenzione di incapace.

Via | Il Giornale

I Video di Blogo