Basket Serie A, 1.a giornata: lo show di Pozzecco, i dubbi di Milano e Sassari

Pozzecco è stato subito l’uomo copertina dell’avvio del campionato, con il successo della sua Varese su Cantù. Segnali positivi da Venezia, non convincono le due favorite.

Il campionato di Serie A si è aperto con un protagonista in prima pagina: Gianmarco Pozzecco. La sua Varese ha iniziato al meglio la stagione, vincendo il derby contro Cantù, ed il neo coach dei lombardi ha sprigionato la sua gioia con un’esultanza irrefrenabile alla fine della gara ed anche in conferenza stampa, dove le emozioni hanno preso il sopravvento. “Uno dei giorni più belli della mia vita”, le parole dell’allenatore, per una partita non certo uguale alle altre e con un’attesa spasmodica nelle scorse settimane.

Questa è stata la sorpresa di questa settimana, soprattutto in relazione a come era andato il precampionato e le grandi difficoltà vissute dalla Openjobmetis per tutto il mese di settembre. Al contrario, i brianzoli erano state una delle migliori squadre ‘estive’ ed hanno fornito una prestazione decisamente sottotono, sovrastati dall’energia dei padroni di casa. Dovranno ritrovarla presto, visto che già domani saranno in campo in Eurocup e lì sbagliare può essere subito un problema in chiave qualificazione al turno successivo.

Gli altri risultati hanno seguito i pronostici e tutte le altre big si sono imposte, con l’ottimo segnale lanciato da Venezia, andando a vincere con autorità ad Avellino tra due squadre dello stesso livello. Reggio Emilia è passata a Trento senza soffrire più di tanto, se non nei primi minuti, mentre non hanno convinto Milano e Sassari. I campioni d’Italia sono apparsi ancora in ritardo di condizione e sono passati a Cremona per la clamorosa differenza di valori in campo, mentre i sardi non sono per niente piaciuti a Sacchetti. Per entrambe serve un passo avanti, da venerdì inizia l’Eurolega.