Mondiali Volley Femminile 2014: la Cina batte la Repubblica Dominicana 3-2 in rimonta

Domani le dominicane tentano il colpaccio contro il Brasile, altrimenti sono fuori.

Partita a due facce, a tratti spettacolari, lunghissima e soffertissima quella tra Cina e Repubblica Dominicana, terminata ben oltre l’orario previsto per l’inizio del secondo match di questa seconda giornata della terza fase dei Mondiali di Pallavolo Femminile in corso al Forum di Assago (infatti Usa-Russia comincerà con notevole ritardo).
La Cina sembrava letteralmente spacciata a metà del terzo set, invece è resuscitata, punto dopo punto ha riacquistato fiducia in se stessa e alla fine è riuscita a recuperare dallo 0-2 e a chiudere sul 3-2 nonostante abbia subito anche un infortunio, con Zhu, alla fine del terzo set. Domani le dominicane sono costrette a tentare il colpaccio contro il Brasile: devono vincere altrimenti sono fuori dalle semifinali. La Cina, invece, tiferà per il Brasile che ora ha un punto in più nella classifica della Pool H (3), mentre le cinesi ne hanno 2 e la Repubblica Dominicana 1.

Ma passiamo alla cronaca del match di oggi pomeriggio. Sui primissimi palloni del primo set la Cina comincia meglio, va avanti 3-1, poi viene raggiunta sul 4-4, va di nuovo avanti 7-4, ma la Repubblica Dominicana mette a segno un parzialino di 4-0 e arriva al primo time-out tecnico sul +1, poi comincia una lunga lotta punto a punto, la Cina arriva alla seconda pausa obbligatoria avanti 16-15, ma al rientro in campo le dominicane trovano un break di vantaggio (20-18) e anche se la Cina riesce quasi sempre a portarsi a -1, Fersola trova due set-point sul 24-22 ed è lei stessa a chiudere 25-22.

Nel secondo set è la Repubblica Dominicana a partire subito benissimo e ad arrivare al primo time-out tecnico con il doppio dei punti delle avversarie (8-4). La Cina cerca di non mollare e riesce ad arrivare più volte a -2, ma alla seconda pausa tecnica è ancora la Dominicana a stare davanti 16-13. Anche in questo caso le ragazze di Lang Ping tentano il tutto per tutto per riacciuffare le avversarie e ci vanno davvero vicine(20-21), ma manca il guizzo finale per riuscirci, mentre le dominicane si caricano e trovano tre set-point (24-21). Yang e Hui ne annullano due, ma Rivera chiude sul 25-23.

Nel terzo set continua il buon momento della Dominicana, trascinata dalla solita Bethania De La Cruz, che già avevamo visto in grande spolvero contro l’Italia e che oggi, se possibile, ha giocato ancora meglio. Le dominicane sono andate avanti 8-5 al primo time-out obbligatorio, poi si sono fatte riacciuffare dopo un lungo inseguimento sul 14-14 e poi sorpassare 14-15, ma sono comunque andate avanti 16-15 al secondo time-out tecnico, al rientro in campo ancora lotta punto a punto, ma con le dominicane capaci di trovare più volte un break di vantaggio e poi addirittura il +3 (20-17) grazie a un ace di Rivera dopo un time-out chiesto dalla Cina. Le ragazze di Lang Ping, tuttavia, non si danno per vinte e recuperano tutto il gap soprattutto grazie a un muro sorprendentemente in palla e vanno addirittura in vantaggio 21-20. Marcos è ovviamente costretto a chiamare il time-out, la lotta punto a punto continua, poi la Cina con Zhu trova il set-point e lo mette a frutto con un muro di Zhu che però cadendo si fa malissimo. La Cina si aggiudica il set 25-23 e allunga l partita dopo che a metà del parziale sembrava ormai spacciata.

Tutto il quarto set è in equilibrio quasi totale, la Cina è finalmente tornata ad essere quella delle prime partite e mette in difficoltà la Repubblica Dominicana come non era riuscita a fare nei primi due set. Le asiatiche si portano avanti si due punti (8-6) al primo time-out tecnico e di uno (16-15) al secondo, il finale di set è una lotta punto a punto, ma si capisce che la Cina è più lucida delle avversarie e riesce a trovare un set-point e a chiudere sul 25-23 con Zhu.

Nel tie-break parte bene la Cina che si porta sul 2-0, ma viene raggiunta, poi superata 5-4 da Rivera, ma mette subito in atto un controsorpasso e arriva al cambio campo in vantaggio. Alla ripresa del giorno ancora lotta a punto a punto come nel set precedente, poi la 18enne Yuan piazza il punto del 13-12, la Cina trova due match point sul 14-12 e Zeng chiude con un ace 15-12 e 3-2 la partita.

Risultato finale: Cina-Repubblica Dominicana 3-2 (22-25, 23-25, 25-23, 25-23, 15-12)

Foto © FIVB

Ultime notizie su Mondiali Volley

Tutto su Mondiali Volley →