Wta Pechino 2014: Maria Sharapova vince la finale con la Kvitova

Wta Pechino 2014. Maria Sharapova vince in tre set la finale contro Petra Kvitova.

Maria Sharapova vince l’edizione 2014 del Wta Premier Mandatory di Pechino. Sconfitta, in finale, Petra Kvitova in tre set con il punteggio di 6-3; 2-6; 6-3

Nel primo parziale, la russa argina il tentativo di allungo della Kvitova, la riprende sul 3-3 e piazza un altro break, quello decisivo, in vantaggio 5-4. Gioca meglio la russa mentre l’avversaria cerca di accorciare gli scambi il più possibile e sembra risentire della fatica accumulata nei giorni scorsi. L’impressione si rivela però errata. Nel secondo set è la Sharapova ad accusare un pesante passaggio a vuoto. Brava Petra a approfittarne. Il 4-1 iniziale è ossigeno puro per la ceca che trascina la finale al terzo con il 6-2 in 40 minuti.

Prima di riprendere il gioco, Maria si concede la solita, irritante, pausa negli spogliatoi che toglie ritmo alle avversarie. La strategia riesce anche oggi. Al ritorno in campo, la Kvitova va sotto 3-0, recupera il break di svantaggio, ha l’opportunità per pareggiare ma perde malamente il servizio a 15 sul 3-2. La Sharapova conferma il vantaggio in un combattuto settimo game rimontando da 30-40 con tre punti consecutivi. Petra prolunga la partita ma il titolo è di Masha, 6-3.

Vittoria n°33 in carriera su 55 finale per la siberiana che torna a primeggiare in un Premier sul cemento dopo un anno e mezzo (Indian Wells ’13). Da domani, la Sharapova sale al n°2 del ranking Wta a circa 500 punti di distanza da S.Williams. La Kvitova può consolarsi con il terzo posto (superata la Halep) e due settimane davvero positive. Sette giorni fa, la ceca si è aggiudicata il Wta di Wuhan e la finale odierna rappresenta il miglior viatico in vista dell’ormai prossimo Masters di Singapore al via il prossimo 20 ottobre.

Wta Pechino 2014: presentazione finale | 5 ottobre

Petra Kvitova o Maria Sharapova, chi delle due succederà nell’albo d’oro del Wta Premier di Pechino a Serena Williams ?. Lo scopriremo stamattina al termine della finale del China Open (ore 10 diretta su Supertennis). Non si gioca solo per il titolo. In palio c’è anche la seconda posizione del ranking Wta. Chi vince infatti supererà Simona Halep ritiratasi prima dei quarti di finale per un infortunio alla schiena.

Momento esaltante per la Kvitova. Se si esclude l’inaspettata eliminazione allo Us Open con la Krunic, la campionessa di Wimbledon ha vinto gli altri due tornei disputati nell’ultimo mese (New Haven e Wuhan) e, a Pechino, ha proseguito la striscia vincente iniziata una settimana fa, portandola a 9 partite. Tra queste, la più faticosa è stata sicuramente quella di ieri con Sam Stosur, superata 6-2 nel terzo set dopo un momento di appannamento e fatica nel secondo con l’intervento del medico che le ha misurato la pressione sanguigna. Non a caso, la stessa Kvitova ha scritto su Facebook di non sapere ancora come è riuscita a spuntarla.

Settimana decisamente positiva per la Sharapova. Dimenticata l’eliminazione a Wuhan con la Bacsinzky, Maria è arrivata alla finale senza perdere un set. Sembra strano ma la russa non arriva fino in fondo in un torneo sul cemento da un anno e mezzo, dall’epilogo del Wta di Miami 2013 nel quale perse in tre set da Serena Williams.

Proprio a Miami risale l’ultimo precedente tra Masha e Kvitova, vinto dalla siberiana 7-5; 6-1. La ritengo favorita anche oggi specie se l’avversaria, come probabile, dovesse accusare la stanchezza per i tanti impegni ravvicinati.

Post in aggiornamento

Ultime notizie su WTA Tour Championships

Tutto su WTA Tour Championships →