La Lega scarica Formigoni: elezioni ad aprile?

La Lega ritira l’appoggio a Formigoni e chiede elezioni ad aprile

di guido

Fiducia a tempo per traghettare la Lombardia a “un unico election day ad aprile”, questo il risultato del Consiglio Federale della Lega convocato per questa mattina. Nessuna dichiarazione dei leader del partito ma solo un laconico comunicato stampa:

Il Consiglio Federale, dopo un’ampia discussione, ha dato mandato al Segretario Federale e al Segretario Nazionale lombardo, Matteo Salvini, di gestire la questione riguardante la Regione Lombardia sia per quanto riguarda il nuovo assetto regionale che per la durata della legislatura regionale.
A questo proposito il Consiglio Federale ha individuato come prioritari due soli punti: la legge elettorale regionale e la legge di bilancio, da approvarsi entro Natale, per poter così far coincidere il voto della Regione Lombardia con le elezioni politiche di aprile in unico election day.

Insomma un avviso di sfratto a Formigoni, rinviato però nel tempo in modo da far congiungere le elezioni anticipate con le politiche 2013. Una soluzione diversa da quanto accaduto nel Lazio, dove la Polverini aveva dato immediatamente le dimissioni e si sta ora valutando quando andare al voto.

Non è ancora arrivata la replica di Formigoni, che però aveva fatto sapere di non essere interessato a un appoggio esterno leghista e di preferire piuttosto le dimissioni anticipate. Dopo l’annuncio della Lega (che ha anche disposto le dimissioni immediate dei consiglieri indagati) non sono arrivate reazioni del governatore, che invece su Twitter era impegnato a parlare di tutt’altro, con la risposta che vedete qui sotto.

Foto|© GettyImages