Rapina un bar e perde tutto al Casinò: arrestato 36enne a Campione d’Italia

Dopo la curiosa vicenda dell’americano James Brewer, che credendo di morire ha confessato un omicidio, ma si è ripreso ed ora rischia la pena di morte, ecco un’altra vicenda, questa volta tutta italiana, che ha tra i protagonisti la cosiddetta sfiga.Tutto è iniziato lunedì sera poco dopo le 21 e si è concluso poche ore


Dopo la curiosa vicenda dell’americano James Brewer, che credendo di morire ha confessato un omicidio, ma si è ripreso ed ora rischia la pena di morte, ecco un’altra vicenda, questa volta tutta italiana, che ha tra i protagonisti la cosiddetta sfiga.

Tutto è iniziato lunedì sera poco dopo le 21 e si è concluso poche ore dopo: il rapinatore e ricettatore 36enne Luca Favaro, ha rapinato il bar Crazy a Campione d’Italia, in provincia di Como, mettendosi in tasca un bottino da poco più di 300 euro.

Si poi recato al vicino casinò municipale sperando di raddoppiare, magari triplicare, quella somma: le autorità, che nel frattempo avevano rintracciato l’uomo, sapendolo non armato e non pericoloso l’hanno tenuto d’occhio ed infine arrestato, quando oramai aveva perso tutti i soldi rubati.

La trappola è scattata dopo mezzanotte quando l’uomo, che pensava che le acque si fossero calmate, è stato bloccato alla guida dell’auto poco prima dell’arco di Campione.

Via | La Provincia di Como