Nudismo e trekking – Fino a dove si può arrivare?

E’ capitato anche a me di provare un’intenso legame con la natura, durante alcune escursioni di trekking, al punto di scegliere di rimanere in costume adamitico per godere a pieno di quello che l’ambiente ci offre. Che sia un tuffo in un lago di montagna, la brezza di un crinale, il sole a picco in



E’ capitato anche a me di provare un’intenso legame con la natura, durante alcune escursioni di trekking, al punto di scegliere di rimanere in costume adamitico per godere a pieno di quello che l’ambiente ci offre. Che sia un tuffo in un lago di montagna, la brezza di un crinale, il sole a picco in un pomeriggio d’agosto, il naturismo offre (a chi se la sente) la possibilità di vivere in modo diverso l’approccio con l’ambiente esterno.

Forse a questo però c’è un limite. Se lo stanno chiendo in Svizzera, dove la pratica degli sport outdoor in versione nudista pare sia diventata molto comune, almeno sulle montagna dell’Appenzello. Leggiamo su Repubblica che riporta la notizia della rivolta morale di un paese di quella regione dove si chiedono restrizioni per questioni di pubblica decenza.

Personalmente non avrei nulla in contrario al nudismo, ma per quanto riguarda un bagno nel fiume o una passeggiata sulle rive di un lago. L’altra montagna, l’arrampicata e l’alpinismo invece richiedono attrezzature e protezioni e abbigliamento adatto, per soddisfare i proprio istinti esistono altri modo. Voi che ne pensate?

Nudisti
Nudisti
Nudisti
Nudisti

Nudisti
Nudisti
Nudisti