Somalia: attaccato il Parlamento, morti

Gruppo islamista attacca il Parlamento somalo con autobomba, kamikaze e armi da fuoco: non è chiaro il numero di vittime.

Attaccato il Parlamento della Somalia, a Mogadiscio, fa militanti islamisti di al Shabaab. organizzazione che si appoggia ad al Qaeda. Secondo le prime informazioni, ci sarebbero almeno quattro morti. L’assalto è stato effettuato con autobomba e armi da fuoco. Un veicolo è stato fatto esplodere fuori dai cancelli.

Poco dopo, un attentatore suicida si è fatto esplodere; quindi, è iniziato uno scontro a fuoco con i militanti asserragliati nella vicina moschea. Dipendenti e deputati del Parlamento sono stati fatti scappare dalle forze di sicurezza (erano riuniti per una seduta della Camera Bassa). Secondo un funzionario di polizia, Mohamed Mumin Ali, i quattro morti sarebbero tutti terroristi. Alcuni giornalisti che erano sul posto hanno inoltre visto a terra quattro guardie del corpo e altri feriti.

Al Shabaab conduce da due anni una guerriglia armata contro la Somalia e il Kenya: immediatamente dopo l’attacco, è arrivata la rivendicazione da parte dell’organizzazione con un messaggio.

Lo sceicco Abdiasis Abu Musab, portavoce del gruppo, ha detto:

“Siamo noi i responsabili dell’assalto al sedicente parlamento somalo, dove si continua a combattere”.

L’organizzazione islamista, nel settembre scorso, aveva lanciato un violento attacco nella capitale del Kenya, Nairobi, uccidendo 67 persone. Questa volta, al Shabaab ha puntato direttamente al cuore istituzionale della Somalia.