Rocco Siffredi a Beppe Grillo: “Non toccare Dudù o ti inc***!”

L’attore hard, animalista da sempre, dalla sua fanpage sgrida l’amico comico per le infelici frasi sulla vivisezione e gli fa una promessa: “Beppe, non toccare Dudù!”

Da diverso tempo l’attore hard di fama planetaria Rocco Siffredi utilizza la sua fanpage di Facebook per “consigli”, più o meno non richiesti, ai personaggi pubblici italiani che hanno uscite infelici su questo o quell’argomento.

L’ultimo bersaglio del Rocco nazionale è il capopopolo del M5s Beppe Grillo, “l’amico Beppe” dice il pornoattore e produttore, reo nei giorni scorsi di un’uscita infelice (semplicemente infelice e non violenta o sanguinaria come scrive o afferma qualcuno) sulla vivisezione:

“Questo qui (Berlusconi, nda) è diventato fuori di testa con questo Dudù. Dudù deve essere affidato alla vivisezione. […] Io ce l’ho un cagnetto così, ce l’ha mia moglie. Io detesto questi cani, perché i proprietari di quei cani non amano gli animali, non amano i cani, amano il proprio cane e detestano gli altri.”

aveva detto Grillo tre giorni fa, scatenando un vero e proprio putiferio da social network che, per la prima volta nella sua vita politica, lo aveva costretto ad una precisazione:

Sulla vivisezione ha voluto però intervenire anche l’attore italiano più famoso all’estero (certamente il più visto), da sempre animalista convinto e che più volte in passato si è espresso contro la vivisezione e la sperimentazione cosmetica e medica sugli animali domestici.

Rocco Siffredi, dalla sua fanpage, ha lanciato un chiaro monito a Beppe Grillo:

“[…] Tu lo sai che io ti stimo però, dai Beppe: […] che t’ha fatto Dudù? Mi hai deluso! Mi raccomando, se gli viene torto un pelo a Dudù io arrivo, lo sanno tutti…io arrivo e ti inc***!”

Un messaggio chiaro ed inequivocabile che dovrebbe convincere il comico a dosare meglio le parole, la prossima volta, in materia di sperimentazione animale. L’argomentazione di Siffredi, c’è da dirlo, è assolutamente convincente.