Tri Nations – Una foto rubata fa infuriare gli All Blacks

Di solito sono molto attenti a queste cose. Di solito ai fotografi permettono pochi scatti, tutti concentrati nei minuti precedenti il vero allenamento, dove giornalisti, cameramen e fotografi non sono ammessi. I segreti di Graham Henry, coach della Nuova Zelanda, sono sacri per i tuttineri. Ma l’altro giorno un fotografo ha svelato uno di questi

Di solito sono molto attenti a queste cose. Di solito ai fotografi permettono pochi scatti, tutti concentrati nei minuti precedenti il vero allenamento, dove giornalisti, cameramen e fotografi non sono ammessi. I segreti di Graham Henry, coach della Nuova Zelanda, sono sacri per i tuttineri. Ma l'altro giorno un fotografo ha svelato uno di questi segreti, mostrando gli schemi tattici neozelandesi in vista della sfida con l'Australia. E gli All Blacks non l'hanno presa affatto bene.

Schemi che riguardano i lineout, tattiche su come impostare le mischie. Insomma, cosucce sfiziose, che hanno fatto impazzire i media australiani, pronti ad analizzare fin nei minimi particolari la tattica studiata da Graham Henry. Nulla di eccezionale, secondo i protagonisti, consci che poche righe non faranno la differenza in campo. Ma un "furto" che ha lasciato l'amaro in bocca allo staff degli All Blacks, che ora avranno un motivo in più per tenere giornalisti, fotografi e curiosi lontani dal campo d'allenamento.
L'immagine qui sopra, poi, non racconta nulla di incredibile, evidenziando semplicemente, come ha sottolineato l'Australian, come la Nuova Zelanda cercherà di trovare spazi dove la difesa è più debole, cioé nei canali presidiati da Giteau e O'Connor, evitando invece di scontarsi con gente come Peacock. Insomma, qualcosa che chiunque avrebbe potuto prevedere. E, infatti, anche in casa australiana gettano acqua sul fuoco "Non ne farei tanto un caso, è solo l'immagine di uno schema d'allenamento. Alla fine la partita si decide in campo, non con queste cose" le parole dell'assistant coach Jim Williams.