Cocaina a Milano, chiusi The Club e Hollywood: Belen Rodriguez teste, funzionari pubblici in manette

Le immagini pubblicate da Repubblica sono inequivocabili. Ma non raccontano nulla di nuovo: in alcuni locali di Milano scorrono fiumi di droga, si sa. Oggi l’Hollywood e il The Club sono stati chiusi e cinque persone sono finite agli arresti domiciliari. Ci sono poi mentre altre 19 persone che risultano indagate. Le indagini hanno seguito in particolare due filoni come leggiamo

Le immagini pubblicate da Repubblica sono inequivocabili. Ma non raccontano nulla di nuovo: in alcuni locali di Milano scorrono fiumi di droga, si sa. Oggi l'Hollywood e il The Club sono stati chiusi e cinque persone sono finite agli arresti domiciliari. Ci sono poi mentre altre 19 persone che risultano indagate.

Le indagini hanno seguito in particolare due filoni come leggiamo su Repubblica:

– vendita e consumo di cocaina all'interno delle aree riservate delle due discoteche e frequentate da vip e imprenditori

– presunte mazzette a funzionari e dirigenti degli enti predisposti alla cessione di licenze dei locali e ai relativi controlli.

E' gravissimo che stavolta in tutta questa storia, più che star e starlette, siano coinvolti funzionari pubblici di Comune e Regione. Sono stati arrestati Aldo Centonze, dipendente dell'ufficio del demanio del Comune di Milano, Rodolfo Citterio, membro della commissione comunale di vigilanza sui locali e presidente del Sindacato dei locali da ballo (Silb) e Emiliano Bezzon, ex comandante della polizia locale di Milano, accusato di abuso d'ufficio e rivelazione di segreto d'ufficio.

Continua a leggere su Milano2.0

I Video di Blogo