Francia – Marsiglia, dal sogno Lomu alla realtà del fallimento

Continuo a ripeterlo allo sfinimento, la prima causa dei problemi ovali sono le dirigenze dilettantistiche da un lato e quelle che non sanno capire quando i sogni devono restare tali. Come a Marsiglia, dove un anno fa arrivava in pompa magna sua maestà Jonah Lomu, dove la dirigenza parlava di rapida scalata dalla Federale 1

Continuo a ripeterlo allo sfinimento, la prima causa dei problemi ovali sono le dirigenze dilettantistiche da un lato e quelle che non sanno capire quando i sogni devono restare tali. Come a Marsiglia, dove un anno fa arrivava in pompa magna sua maestà Jonah Lomu, dove la dirigenza parlava di rapida scalata dalla Federale 1 al Pro D2 e poi, di corsa, in Top 14. Dodici mesi dopo, dopo un campionato anonimo, ecco la scure del fallimento e la retrocessione automatica in Federale 2. E un altro sogno che muore.

Il Marseille-Vitrolles, che nel frattempo ha cambiato nome in Stade Phocéen, è stato retrocesso dalla commissione di conciliazione del Comitato Olimpico francese e l'anno prossimo disputerà il campionato Federale 2, in pratica la nostra Serie C. Una realtà ben lontana dai proclami di un anno fa, quando sbarcava sulla costa francese il campionissimo neozelandese Jonah Lomu e i marsigliesi puntavano in alto. Unica nota positiva da evidenziare, nel fuggi fuggi generale di giocatori, Lomu ha deciso di restare e giocherà a Marsiglia anche l'anno prossimo.

I Video di Blogo