Rugby Seven – L’Italdonne pronte per Mosca

L’Italia femminile ha iniziato questo pomeriggio a Roma, presso il centro sportivo Giulio Onesti, il raduno in vista della Finale di Coppa Europa Seven Femminile di Mosca. L’Italdonne, inserita in un girone di qualificazione di ferro con Inghilterra, Francia, Svezia e Germania, partirà alla volta della capitale russa domani mattina insieme alla squadra seven maschile,

L’Italia femminile ha iniziato questo pomeriggio a Roma, presso il centro sportivo Giulio Onesti, il raduno in vista della Finale di Coppa Europa Seven Femminile di Mosca. L’Italdonne, inserita in un girone di qualificazione di ferro con Inghilterra, Francia, Svezia e Germania, partirà alla volta della capitale russa domani mattina insieme alla squadra seven maschile, anche essa impegnata nell’europeo FIRA moscovita.

Andrea Di Giandomenico, che con l’Europeo di Strasburgo ha archiviato la sua prima stagione sulla panchina azzurra, traccia un bilancio del lavoro svolto: “Da un punto di vista personale sono molto felice di aver trovato un ambiente in cui è stato possibile lavorare con un gruppo di atlete molto motivate, con uno staff sereno. Dal punto di vista dei risultati il pareggio con la Scozia e la vittoria sul Galles ci hanno portato gioia e soddisfazione. Alcune prestazioni hanno messo, però, a nudo la distanza che ci separa dall’alto livello. Sicuramente ad un bilancio positivo di fine stagione si accompagna la consapevolezza di dover lavora ancora molto. L’ambiente favorisce sicuramente una crescita globale del movimento”.
La stagione 2010-2011 riparte con il Seven, prima a Roma ai primi di giugno ed ora a Mosca: “ Ci prepariamo ad affrontare la Finale di Mosca con un buon gruppo di atlete. Non è sempre facile avere a disposione le migliori. Le mie aspettative sono ambizione e spero lo siano anche quelle delle ragazze. Si tratta di un banco di prova per questa specialità in cui si dovrà lavorare molto, con una buona programmazione anche in vista dell’appuntamento olimpico”. “ Al Roma Seven i risultati sono stati condizionati dalla presenza di giocatrici poco esperte ma è stata una scelta voluta per dare la possibilità alle più giovani di crescere”.
Non sono da meno le aspettative di Sara Barattin, capitano della formazione azzurra al Roma Seven di giugno. “Il mio obiettivo? il secondo o terzo posto. La squadra inglese è sicuramente la più difficile da battere, con la Francia ce la giochiamo, con Germania eSvezia l’ obbligo è vincere”.
L’Italia affronterà sabato Inghilterra, Francia e Germania mentre la sfida alla Svezia è fissata il giorno seguente.

Le azzurre per Mosca
Giovanna BADO (Benetton Treviso)
Sara BARATTIN (Rugby Casale)
Maria Grazia CIOFFI (Rugby Benevento)
Michela ESTE (Benetton Treviso)
Silvia GAUDINO (Rugby Monza)
Manuela FURLAN (Benetton Treviso)
Sara PETTINELLI (Red&Blu Rugby)
Veronica SCHIAVON (Sitam Riviera del Brenta)
Maria Diletta VERONESE (Valsugana Padova)
Paola ZANGIROLAMI (Sitam Riviera del Brenta)