Camorra e rifiuti: il rapporto della commissione parlamentare antimafia

La Commissione Parlamentare Antimafia ha divulgato le sue conclusioni sul binomio camorra-rifiuti in Campania, dipingendo senza mezze misure un quadro dalle tinte davvero fosche. Un interessante articolo de L’Espresso ne riporta alcuni passaggi: Negli ultimi anni parte della pubblica amministrazione e del commissariato straordinario per i rifiuti hanno concluso con le imprese collegate alla criminalità

La Commissione Parlamentare Antimafia ha divulgato le sue conclusioni sul binomio camorra-rifiuti in Campania, dipingendo senza mezze misure un quadro dalle tinte davvero fosche. Un interessante articolo de L’Espresso ne riporta alcuni passaggi:

Negli ultimi anni parte della pubblica amministrazione e del commissariato straordinario per i rifiuti hanno concluso con le imprese collegate alla criminalità organizzata della Campania vere e proprie joint ventures con lo sfruttamento dei canali dell’emergenza… La condizione di emergenza che affligge la gestione dei rifiuti da quattordici anni ha rappresentato per la camorra la strada attraverso la quale incrementare stabilmente le proprie fonti di reddito e accrescere il controllo sul territorio e gli enti locali.

Adesso, la camorra non aspetta altro che scatti la solita molla: la necessità di interventi rapidi che non permetterà verifiche approfondite sulle imprese che si occuperanno dell’emergenza. Siamo in un circolo vizioso. Un cane che si morde la coda. O meglio un topo: ultimamente abbondano.

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →