Le pagelle del lunedì

Silvio Berlusconi: minaccioso. Voto – 9. E se il lodo Alfano non passasse il vaglio della Consulta? “Allora – chiosa Silvio Berlusconi – ci sarebbe da fare una profonda riflessione su tutto il sistema giudiziario”. Parole pesantissime come macigni che suonano come una forma di minacciosa pressione e di chiara intimidazione sulla futura decisione della

Silvio Berlusconi: minaccioso. Voto – 9. E se il lodo Alfano non passasse il vaglio della Consulta? “Allora – chiosa Silvio Berlusconi – ci sarebbe da fare una profonda riflessione su tutto il sistema giudiziario”. Parole pesantissime come macigni che suonano come una forma di minacciosa pressione e di chiara intimidazione sulla futura decisione della Corte Costituzionale. Il premier, in caso di una decisone sgradita, prefigura rappresaglie legislative, forse anche sulla stessa composizione della Corte. Chi governa, comanda. Alla faccia delle regole. Verso la “dittatura” della maggioranza?

Walter Veltroni: al lupo, al lupo! Voto – 9. Il segretario del Pd ci va giù duro e agita lo spettro della “deriva autoritaria”. Dice il segretario del Pd: “Rischiamo di veder realizzarsi anche in Italia il modello Putin. Vedo un cambio di passo in questa legislatura, uno scarto rispetto ai governi della storia repubblicana, uno stato di angoscia che non ho mai visto da quando sto al mondo”. Delle due, l’una: o Veltroni fa solo propaganda, alza i toni per rianimare la base sfiduciata e ricompattare il partito sfilacciato. O Veltroni ha ragione e allora ha la responsabilità gravissima di aver fatto terra bruciata degli alleati.