Federica Pellegrini campionessa d’Europa nei 200 sl per la terza volta consecutiva!

Fede prova a difendere il titolo conquistato due anni fa.

Federica Pellegrini ha vinto la finale dei 200 stile libero agli Europei di Berlino, lo ha fatto con la sua solita tranquillità, facendo sfogare le avversarie nelle prime tre vasche per poi riprenderle e superarle inesorabilmente chiudendo in 1′ 56″ 01. Dopo la vittoria Fede ha detto di essere contente di aver vinto in casa del suo idolo da bambina Franziska van Almsick. Per lei è il terzo titolo europeo consecutivo.
L’argento va all’ungherese Katinka Hosszu (1′ 56″ 69), bronzo all’olandese Femke Heemskerk (1′ 56″ 81).

Federica Pellegrini, finale europea dei 200 sl

Federica Pellegrini oggi scende in acqua per la sua gara, quella dei 200 metri stile libero di cui detiene ancora il record del mondo, stabilito ai Mondiali di Roma 2009 in 1′ 52″ 98 con i famosi “super-costumi” galleggianti.

L’azzurra oggi prova a difendere il titolo europeo che ha vinto nelle ultime due edizioni dei campionati continentali, ossia a Budapest 2010 e a Debrecen 2012. Su questa distanza Fede ha anche vinto due ori mondiali (2009 e 2011), due argenti (2005 e 2013) e un bronzo (2007), ma soprattutto ha vinto l’argento (Atene 2004 a soli 16 anni) e l’oro (Pechino 2008) alle Olimpiadi.

Fino ad oggi la diva del nuoto italiano ha vinto già due medaglie a questi Europei, entrambi nelle staffette: il bronzo nella 4×100 stile libero con le compagne Alice Mizzau, Erika Ferraioli e Giada Galizi e l’oro nella 4×200 stile libero, sempre con Mizzau, Ferraioli più Chiara Masini Luccetti. In particolare nella seconda staffetta Federica si è messa in luce nell’ultima frazione quando, pur non ottenendo un tempo eccezionale nel complesso, ha però recuperato quasi cinque secondi alle svedesi, che ormai si sentivano la vittoria in tasca (qui il video dell’incredibile rimonta).

Proprio dopo la vittoria della 4×200 Fede non è sembrata contentissima, preoccupata dal tempo di 1′ 56″ 50 e il suo volto è rimasto un po’ rabbuiato anche ieri mattina, dopo le batterie dei 200 sl, superato con il quarto tempo in totale, in 1′ 59″ 14. Ovviamente nelle batterie Pellegrini non spinge più di tanto e neanche le altre lo hanno fatto. Il sorriso o almeno la serenità le è tornata ieri pomeriggio quando in semifinale ha nuotato il miglior crono di tutte ossia 1′ 56″ 69, sempre senza spingere (infatti è ancora più alto di quello della finale della staffetta). Questo tempo le ha garantito la corsia migliore, la quarta, per la finale di oggi.

Le avversarie di Federica sono la francese Charlotte Bonnet, la svedese Michelle Coleman, l’ungherese Katinka Hosszu (che ha già fatto incetta di medaglie), la russa Veronika Popova, l’olandese Femke Heemskerk, la spagnola Melanie Costa Schmid e la bulgara Nina Rangelova.

Federica si è qualificata agli Europei con un tempo di 1′ 55″ 14 e meglio di lei nella stagione ha fatto solo la svedese Sarah Sjoestroem (1′ 55″ 04), plurimedagliata a questi Europei, che ha rinunciato a nuotare i 200 sl. Sulla carta le più temibili sono la Popova (1′ 55″ 93), la Hosszu (1′ 56″ 30) e la Heemskerk (1′ 56″ 39).

I Video di Blogo

3.12.10-MARCO MENGONI @ VIDEO ITALIA LIVE: “Get Up(I Feel Like Being a sex Machine)” 10/13

Ultime notizie su Europei di Nuoto

Tutto su Europei di Nuoto →