Torino, ucciso il pregiudicato Domenico Sorrenti: arrestate due persone

Due persone sono state arrestate per l’omicidio di Domenico Sorrenti, pregiudicato di 43 anni ucciso ieri a colpi di pistola alla periferia di Torino.

Ci sono già due fermi per l’omicidio di Domenico Sorrenti, il pregiudicato di 43 anni, ucciso ieri mattina a Torino con quattro colpi di pistola al termine di una lite scoppiata nel cortile della sua abitazione, nel quartiere periferico delle Vallette.

Si tratta di due uomini di 32 e 46 anni, interrogati a lungo dagli inquirenti e infine fermati come presunti autori di quel delitto. Uno di loro, Christian De Feudis, con piccoli precedenti alle spalle, avrebbe preso parte alla violenta lite, ma l’uomo che avrebbe premuto il grilletto, uccidendo Sorrenti, sarebbe l’altro, di cui non è stata diffusa l’identità.

Sorrenti, agli arresti domiciliari per rapina, è stato raggiunto da quattro colpi – tre alla schiena e uno al volto – esplosi da una pistola calibro 22 non ancora ritrovata. L’omicidio è avvenuto intorno alle 13.30 di ieri e l’uomo è deceduto sul colpo, di fronte a diversi testimoni che si sono poi rivelati fondamentali per le indagini.

Il movente del delitto è ancora da chiarire. Le indagini sono in corso e non si esclude il coinvolgimento di altre persone che hanno partecipato alla lite.