Treviso, assume GBL e va in coma: aveva comprato il solvente-stupefacente su internet

È incolore, insapore e inodore, ma non è acqua e infatti ha ridotto in coma un 22enne di Conegliano (Tv) che ne ha fatto uso. Si chiama Gbl, gamma butirolactone, ed è un solvente chimico industriale utilizzato però anche come droga e tranquillamente acquistabile su internet in flaconi. In Inghilterra e Francia il Gbl ha

È incolore, insapore e inodore, ma non è acqua e infatti ha ridotto in coma un 22enne di Conegliano (Tv) che ne ha fatto uso. Si chiama Gbl, gamma butirolactone, ed è un solvente chimico industriale utilizzato però anche come droga e tranquillamente acquistabile su internet in flaconi. In Inghilterra e Francia il Gbl ha preso piede, come stupefacente, già da qualche anno e i ricoveri dovuti alla sua assunzione sono frequentissimi.

Col Gbl si fanno materiali plastici e pesticidi, ma mischiato con acqua o, peggio, alcol diventa una tipica sostanza da rave: dà euforia, allucinazioni, aumenta la voglia di socialità. A dosi eccessive però, così come il “cugino” Ghb (o droga da stupro), può provocare nausea, disturbi respiratori e cardiaci, coma. Il Ghb è illegale, perchè equiparato alle anfetamine, così il Gbl, reperibile con un click, ne ha preso rapidamente il posto.

Cosa si aspetta a vietare la vendita on line di questo solvente-stupefacente come si è fatto, qualche mese fa, per le smart drugs? Evidenti interessi di mercato possono arrivare a impedire di ritirarlo dal commercio via web? Quantomeno si potrebbe evitare di venderlo liberamente a chi non può certificare di impiegarlo per scopi esclusivamente produttivi e industriali.

Via | Adnkronos

I Video di Blogo.it