Finché morte non ci separi, questa sera il terzo episodio

Torna questa sera alle 22.50 su Fox Crime (112 di Sky) la black comedy dell’inimitabile John Waters “Finché morti non ci separi”. Il grande grande successo per le prime due puntate conferma che le storie nere, reali o cinematrografiche, alla gente piacciono. Se poi si tratta di matrimoni che diventano omicidio, la cosa diventa proprio

Torna questa sera alle 22.50 su Fox Crime (112 di Sky) la black comedy dell’inimitabile John Waters “Finché morti non ci separi”.

Il grande grande successo per le prime due puntate conferma che le storie nere, reali o cinematrografiche, alla gente piacciono. Se poi si tratta di matrimoni che diventano omicidio, la cosa diventa proprio esaltante: è un po’ come guardare dal buco della serratura i vicini che sentiamo litigare in continuazione ed in quella tragi-comicità del falso amore eterno pensare “a me non succederà mai”.

Il serial è ispirato alle vere storie di coppie che con i loro buoni motivi finiscono per uccidere la dolce metà. E il black humor di Waters fa da degno contorno, soprattutto al fallimento finale – con qualche colpo di scena – di quelli che sembravano omicidi perfetti.

A questo proposito, in un’intervista Waters afferma: “Le trame sono basate su storie vere, non si tratta di commedie. Diventano commedie perché la gente sa così poco di come si commette davvero un omicidio che fa cose bizzarre” e conclude “Se pensi di uccidere tua moglie, considera prima il divorzio”.

Quello in onda oggi è il terzo dei 13 episodi della serie ci mostrerà la storia di una coppia di separati che litigano per i soldi. Niente di particolare, insomma, una vicenda che conosciamo bene anche noi… Almeno così sembra, perché mentre sono in corso le pratiche di separazione “un pessimo ex matrimonio si trasforma in un omicidio sull’aereo”.

Foto | Foxcrime

I Video di Blogo

Parma, poliziotto da un calcio in faccia a un manifestante a terra (VIDEO)