Perugia, 17enne ucciso a colpi di mattarello: arrestato il patrigno Pietro Cesarini

Un ragazzo di 17 anni è deceduto in provincia di Perugia dopo esser stato malmenato dal padre. La dinamica degli eventi è ancora al vaglio dei carabinieri, che hanno già bloccato l’uomo e lo stanno interrogando in queste ore.

Aggiornamento 19.00: sono ormai chiari i contorni dell’omicidio di Ovidio S., il 17enne di Pietrafitta, in provincia di Perugia, massacrato oggi a colpi di mattarello dal patrigno Pietro Cesarini, camionista di 59 anni che aveva da poco perso il lavoro e non era più riuscito a trovare un impiego.

La perdita del lavoro, riferiscono le autorità, aveva portato una serie di spiacevoli conseguenze: frequenti liti in famiglia, gravi difficoltà economiche e, non ultimo, l’intervento degli assistenti sociali che, su decisione del Tribunale dei minori di Perugia, avrebbero dovuto prelevare i due figli, la vittima e il fratellino minore – figlio di Cesarini e della madre del 17enne – e portarli in una casa famiglia di Perugia.

E il prelievo dei due minorenni da parte degli assistenti sociali era in programma proprio per oggi. Già nelle scorse settimane, scrive La Nazione, le liti erano sempre più frequenti, tanto da aver richiesto più volte l’intervento delle forze dell’ordine. Oggi, forse in vista dell’arrivo degli assistenti sociali, è scoppiata un’altra lite, l’ennesima violenta discussione che stavolta è finita in tragedia.

Cesarini, bloccato dai militari mentre era ancora sulla scena del crimine, è stato fermato con l’accusa di omicidio e condotto in caserma per l’interrogatorio. L’arresto dovrebbe essere convalidato nei prossimi giorni.

Perugia, tragedia in casa: 17enne morto dopo esser stato picchiato dal padre

Un ragazzo di 17 anni residente a Pietrafitta, frazione di Piegaro, piccolo comune in provincia di Perugia, è deceduto oggi dopo esser stato malmenato dal padre per motivi ancora da accertare.

I contorni della vicenda sono ancora tutti da chiarire e gli agenti, che hanno comunicato di aver già fermato l’uomo, mantengono il più stretto riserbo.

L’interrogatorio del padre, fondamentale per capire cosa sia successo e per la formulazione delle accuse, è ancora in corso. Maggiori particolari saranno resi noti nelle prossime ore.

Aggiornamento 15.20: il giovane sarebbe stato prima aggredito a calci e pugni, poi a colpi di matterello, forse risultati fatali. Stando alle ultime indiscrezioni, l’autore del delitto sarebbe il marito della madre – non è chiaro se avesse legalmente adottato il minorenne oppure no – una donna romena con qualche problema di salute che, riferisce l’ANSA, avrebbe assistito alla scena.

Foto | ©TMNews