Rugby Seven – A Spalato l’Italia fermata solo dal Portogallo

La Nazionale Italiana Seven si è classifica al secondo posto nel torneo del circuito FIRA di Spalato. Gli azzurri allenati da Luca Martin, dopo aver chiuso al primo posto nel proprio girone battendo 50-0 la Croazia, hanno superato la Germania in semifinale per 24-12 ma non sono riusciti a reggere il ritmo partito imposto nel

La Nazionale Italiana Seven si è classifica al secondo posto nel torneo del circuito FIRA di Spalato. Gli azzurri allenati da Luca Martin, dopo aver chiuso al primo posto nel proprio girone battendo 50-0 la Croazia, hanno superato la Germania in semifinale per 24-12 ma non sono riusciti a reggere il ritmo partito imposto nel match finale contro il Portogallo, che si è imposto nettamente sull’Italia per 38-5.

Con il secondo posto ottenuto a Spalato, dopo l’identico piazzamento già ottenuto a Sopol nella tappa polacca del circuito, l’Italia ha comunque conquistato la qualificazione alle fasi finali del FIRA in programma a Mosca nel mese di luglio.
“Purtroppo – commenta a fine gara il manager Orazio Arancio – nella ripresa della finale non siamo riusciti a contenere i nostri avversari, pagando un certo ritardo di condizione. Il Portogallo ci è stato superiore, adesso dobbiamo lavorare tutti assieme nelle prossime settimane per presentare la miglior formazione possibile alle finali di Mosca, dove vogliamo conquistare una delle prime tre posizioni finali per poter prendere parte al circuito IRB nel 2011”.
Un obiettivo imprescindibile per l'Italia che deve rincorrere l'elite del rugby a sette a soli sei anni dall'esordio olimpico di Rio de Janeiro.