Bergamo, IVA evasa per 112 milioni: maxi frode fiscale scoperta dalla GdF

Diciassette società avrebbero evaso Iva per 112 milioni di euro dal 2004 al 2008. L’indagine delle Fiamme Gialle di Bergamo.

Una mega frode fiscale è stata scoperta dalla Guardia di finanza di Bergamo: 17 società avrebbero evaso Iva per 112 milioni di euro. Le aziende in questione, tutte con sede legale in Paesi europei, commercializzavano in Italia migliaia e migliaia di tonnellate di materie prime, senza dichiarare nulla, eludendo così ogni obbligo fiscale.

I reati contestati riguardano il periodo compreso tra il 2004 e il 2008. Nove persone, un italiano e otto stranieri, sono stati denunciati. Davanti alla Commissione bilancio del Senato il presidente della Corte dei conti Luigi Giampaolino ha ricordato di recente che l’evasione Iva e Irap ammonta a più di 46 miliardi all’anno.

Dal rapporto Eures 2012 risulta che sette italiani su dieci vorrebbero il carcere per gli evasori fiscali.

Foto | ©TMNews