Super 10 – L’ultrà Johansson squalificato salta la finale

Dopo le polemiche sul tifo di Rovigo, dopo lo scambio d’accuse di antisportività piovute sui giornali e che nei commenti di questo blog hanno visto uscire il peggio dei tifosi, ecco che la Fir colpisce chi, secondo l’arbitro, questo tifo lo ha provocato e istigato. Lloyd Johansson, apertura del Viadana, è stato squalificato quattro settimane

Dopo le polemiche sul tifo di Rovigo, dopo lo scambio d'accuse di antisportività piovute sui giornali e che nei commenti di questo blog hanno visto uscire il peggio dei tifosi, ecco che la Fir colpisce chi, secondo l'arbitro, questo tifo lo ha provocato e istigato. Lloyd Johansson, apertura del Viadana, è stato squalificato quattro settimane per comportamento illecito e salterà, così, la finale di domani di Padova.

Un altro colpo per i mantovani che già dovranno rinunciare a Sam Cox, sospeso per presunto utilizzo di sostanze dopanti, Sole e Sciamanna per infortunio e che ora perde un'altra pedina importante nei trequarti. Lloyd Johansson, 25enne tongano, è stato squalificato quattro settimane per atteggiamento antisportivo dopo che alla fine del match di ritorno delle semifinali contro Rovigo ha risposto alle provocazioni del pubblico causando anche una rissa tra i giocatori.
Inoltre, il giudice sportivo ha prolungato di un altro mese la squalifica al coach del Rovigo, Umberto Casellato, reo di aver guidato il riscaldamento della sua squadra nonostante fosse inibito visto la precedente squalifica di tre mesi.
Un finale di partita che ha mostrato come, per una settimana intera, gli animi siano stati scaldati all'eccesso e come le polemiche prima e dopo la semifinale hanno solo creato un ambiente poco sportivo. Non è la prima volta che questo capita in Italia, soprattutto quando si parla di semifinali o di finali, ed è un punto su cui tutti dovrebbero riflettere.

I Video di Blogo