Ciclismo, World Tour: la Classica di Amburgo 2012. Arnaud Demare

Corsa per velocisti, ma lo trappo del Waseberg può fare la differenza.

di

Classifica finale della Vattenfall Cyclassics 2012

1. Arnaud Démare (Fra), vince allo sprint in 6h 3′ 20″
2. André Greipel (Ger)
3. Giacomo Nizzolo (Ita)
4. Tom Boonen (Bel)
5. Edvald Boasson Hagen (Nor)
6. Mark Renshaw (Aus)
7. Heinrich Haussler (Ger)
8. Manuel Belletti (Fra)
9. Tom Veelers (Ned)
10. Borut Bozic (Slo)

La vittoria di Démare, giovanissimo (deve ancora compiere 21 anni, il prossimo 26 agosto), dimostra che il ciclismo è di fronte ad un notevole cambio generazionale, come la vittoria di ieri di David Veilleux.

Arnaud Démare, con uno sprint devastante ed imperioso, ha vinto la Classica d’Amburgo 2012. Nel gruppo, bruttissima caduta durante la volata, ci auguriamo senza conseguenze, proprio mentre arriva la notizia del fatto che alla Vuelta Enrico Gasparotto si è procurato, ieri, una triplice frattura alla clavicola.

16.55: all’ultimo passaggio sul Waseberg, Gavazzi scatta seguito da Diego Ulissi, ma c’è poca convinzione nell’azione. Ben Hermans, belga della RadioShack, prova ad avvantaggiarsi e prende un po’ di margine sul gruppo. E’ un ottimo passista, ma è difficile ipotizzare che possa davvero fare da solo.

16.10: brutta caduta che coinvolge, fra gli altri, Stuart O’ Grady, per il quale si ipotizza una frattura, probabilmente alla clavicola. Sarebbe davvero un brutto colpo per la carriera del trentottenne ciclista australiano.

Classica d’Amburgo

Peter Sagan, favorito alla classica di Amburgo 2012

Dopo il Trittico Lombardo vinto dal giovane canadese David Veilleux e mentre in Spagna si corre la seconda tappa della Vuelta 2012 (con percorso in linea dedicato ai velocisti, qui la diretta della Pamplona – Viana) oggi in Germania si corre la Vattenfall Cyclassics di Amburgo, prova valida per il World Tour.

Assente Cavendish, la classica, spesso terreno di caccia per i velocisti, attende al traguardo Peter Sagan della Liquigas (già maglia verde al Tour de France 2012), grande favorito in assenza di Cavendish.

C’è però lo strappo del Waseberg da superare: è una salita con una pendenza massima del 15%, che si deve percorrere tre volte e che rappresenta anche l’unica possibilità di fare la selezione e di evitare un arrivo in volata.

Sul Waseberg, atteso alla prova del nove Diego Ulissi.

La corsa viene trasmessa in diretta su RaiSport 2 (alle 15.20. Prima una replica della Vattenfall deil 2011) e su Eurosport dalle 15.30.

Foto © TM News

I Video di Blogo