JWRT – Oggi l’Italia Under 20 si gioca l’accesso alla finale iridata

Superate nelle prime due giornate della rassegna iridata Papua Nuova Guinea (74-0) e Romania (30-7), gli azzurri guidano il girone con un confortante margine di quattro punti sull’Uruguay che, per scavalcare la squadra di Andrea Cavinato e negarle l’accesso alla finale di domenica 30, deve batterla senza concederle il punto bonus oggi allo Slava Stadium

Superate nelle prime due giornate della rassegna iridata Papua Nuova Guinea (74-0) e Romania (30-7), gli azzurri guidano il girone con un confortante margine di quattro punti sull'Uruguay che, per scavalcare la squadra di Andrea Cavinato e negarle l’accesso alla finale di domenica 30, deve batterla senza concederle il punto bonus oggi allo Slava Stadium di Mosca (ore 16.00 locali, 14.00 in Italia).

Benvenuti e compagni oggi hanno svolto la seduta di rifinitura al coperto a causa dei forti temporali che hanno investito la capitale russa e, al termine dell’allenamento, Cavinato ha comunicato alla squadra la formazione: fuori Leso, toccato duro contro la Romania e suturato all’arcata sopraccigliare destra con sette punti, il tecnico dell’Italia U20 ha confermato la prima linea titolare degli ultimi due incontri, mentre in seconda linea il petrarchino Targa è tornato disponibile dall’infortunio che lo aveva tenuto ai box contro Papua e Romania.
Turno di riposo in terza linea per Scanferla, che parte dalla panchina sostituito da Ferrarini, mentre viene confermata la mediana Chillon/Iannone e, tra i trequarti, rientra all’ala Appiani in coppia con Alberghini, all’esordio nel torneo. Capitan Benvenuti torna nella linea dei centri con Benettin, con Trevisan che conserva la maglia numero quindici.
“Quella che scenderà in campo contro l’Uruguay è forse la miglior formazione schierata dall’inizio del torneo, ed offre al tempo stesso a tutti gli atleti in rosa di giocarsi le proprie chance nella manifestazione” ha detto il tecnico Andrea Cavinato commentando il XV titolare.
“L’Uruguay – ha detto il tecnico trevigiano – ha una mischia più pesante di quella rumena, ma meno performante. Nel gioco aperto però sa sfruttare con efficacia i palloni di recupero, ma attacca in maniera poco ortodossa e sicuramente non pratica un gioco di alto livello. Se riusciremo a mantenere ordine e disciplina del nostro gioco ed a non farci prendere dalla frenesia potremo tenere il controllo della partita e conquistare la qualificazione alla finale del 30 maggio”

Questa la formazione scelta da Cavinato:
15 Ruggero TREVISAN (Orved San Donà)
14 Giovanni ALBERGHINI (Plusvalore Gran Parma)
13 Tommaso BENVENUTI (Benetton Treviso)
12 Alberto BENETTIN (Petrarca Padova)
11 Matteo APPIANI (Cammi Calvisano)
10 Tommaso IANNONE (Banca Monte Parma)
9 Alberto CHILLON (Petrarca Padova)
8 Gabriele CICCHINELLI (Futura Park Rugby Roma)
7 Filippo FERRARINI (Vibu Noceto)
6 Nicola BELARDO (Partenope Napoli)
5 Filippo CAZZOLA (Livorno Rugby)
4 Enrico TARGA (Petrarca Padova)
3 Carlo FAZZARI (Plusvalore Gran Parma)
2 Andrea MANICI (Plusvalore Gran Parma)
1 Ornel GEGA (Benetton Treviso)
a disposizione
16 Nicola CORBANESE (Benetton Treviso)
17 Antonio DENTI (Viadana)
18 Lorenzo SANTELLI (Plusvalore Gran Parma)
19 Stefano SCANFERLA (Cammi Calvisano)
20 Guglielmo PALAZZANI (Cammi Calvisano)
21 Sebastian RODWELL (Giunti Firenze 1931)
22 Luca MORISI (ASR Milano)

 

facebook_logo.jpg