SUPER 10 – VIADANA PRENOTA LA FINALE CELTICA

Tutto come previsto, tutto come scritto e come doveva andare. La finale del Super 10 2010 vedrà di fronte le due superpotenze celtiche, le due formazioni che non potevano fallire l’appuntamento. Ma se per Treviso è stato facile avere la meglio di Padova, Viadana ha sofferto tantissimo e ha rischiato di fallire l’approdo in finale

Tutto come previsto, tutto come scritto e come doveva andare. La finale del Super 10 2010 vedrà di fronte le due superpotenze celtiche, le due formazioni che non potevano fallire l'appuntamento. Ma se per Treviso è stato facile avere la meglio di Padova, Viadana ha sofferto tantissimo e ha rischiato di fallire l'approdo in finale contro un Rovigo che ha dato battaglia fino all'ultimo in un match nervoso che nei primi 40' ha visto ben quattro gialli.

Inizia subito forte Rovigo che marca tre piazzati, ma viene raggiunta allo scadere del primo tempo dal piede preciso di Law. Da segnalare, nei primi 40', ben quattro cartellini gialli, tre ai giocatori del Viadana e uno a Rovigo. Nella ripresa continua il botta e risposta tra Bustos e Law dalla piazzola. Ma al 10', quando rientra Geldenhuys e Viadana ritrova la parità numerica gli ospiti allungano decisi, prima con un drop di Johansson e poi ancora con il solito Law che dà l'allungo che sembra decisivo al match. Sembra, perché subito dopo arriva la prima meta del match e a realizzarla è Pizarro che con la trasformazione di Bustos riporta Rovigo avanti di uno. Un altro piazzato porta Rovigo a +4 e il finale è incandescente, con i padroni di casa che sognano il colpaccio e Viadana che deve resistere all'assalto rossoblu. Gli ultimi minuti sono tutti di Rovigo che prova più volte a sfondare la difesa dei mantovani, ma i padroni di casa sprecano troppo e il tempo corre verso il termine. Finisce così con Rovigo che si impone per 22-18, ma non riesce a ribaltare il -9 dell'andata. Viadana approda così in finale contro Treviso, mentre i rossblu di Casellato escono tra gli applausi del Battaglini alla fine di una stagione che li ha visti lottare alla pari contro squadre costruite per vincere tutto facilmente. Appuntamento a sabato prossimo, quindi, a Padova per la finale che era già scritta da settembre: Treviso-Viadana.

FEMI-CZ ROVIGO – VIADANA 22-18
Femi-CZ Rovigo: Basson; Calanchini, Pedrazzi, Pizarro, Pratichetti A.; Bustos G., Legora; Abadie, Burman, Anouer; Barion (12’ st. Tumiati), Reato (cap); Ravalle (28’ pt. De Marchi An.), Mahoney (41’ st. Damiano), Boccalon (16’ st.Ravalle)
all. Coppo
Viadana: Law; Robertson, Harvey, Cox, Pratichetti M.; Johansson, Wilson (23’ st. Brancoli); Sole (26’ pt. Benatti), Krause, Persico A. (20’ st. Del Fava); Geldenhuys (cap), Hohneck; Elosù (29’ st. Redolfini), Santamaria (15’ st. Ferraro), Sciamanna (14’ pt. Cagna)
all. Bernini
Arbitro: De Santis (Roma)
Marcatori: p.t. 9’ cp. Bustos G. (3-0); 18’ cp. Bustos G. (6-0); 24’ cp. Bustos G. (9-0); 27’ cp. Law (9-3); 37’ cp. Law (9-6); 43’ cp. Law (9-9); s.t. 5’ cp. Bustos G. (12-9); 7’ cp. Law (12-12); 12’ drop Johansson (12-15); 15’ cp. Law (12-18); 17’ m. Pizarro tr. Bustos G. (19-18); 26’ cp. Bustos G. (22-18)
Cartellini: 22’ pt. giallo Cox (Viadana); 33’ pt. giallo Krause (Viadana) e Anouer (Femi-CZ Rovigo); 45’ pt. giallo Geldenhuys (Viadana)
Note: giornata afosa, campo in buone condizioni. Stadio Battaglini esaurito, 4750 spettatori.

I Video di Blogo