Le pagelle del martedì

Antonio Di Pietro: spot & camorra. Voto + 8. “La strage di Castelvolturno ( teatro in sei mesi di 16 omicidi di camorra ndr) è l’ultima conferma del fallimento delle politiche di sicurezza del centrodestra”. Parola di Antonio Di Pietro, che aggiunge: “Mentre il governo continua a fare spot pubblicitari sulla sicurezza, i criminali sono

Antonio Di Pietro: spot & camorra. Voto + 8. “La strage di Castelvolturno ( teatro in sei mesi di 16 omicidi di camorra ndr) è l’ultima conferma del fallimento delle politiche di sicurezza del centrodestra”. Parola di Antonio Di Pietro, che aggiunge: “Mentre il governo continua a fare spot pubblicitari sulla sicurezza, i criminali sono in libertà ed uccidono. E’ intollerabile che uno dei presunti killer di Castelvolturno fosse agli arresti domiciliari. Il ministro Maroni venga subito a riferire in parlamento”. Mafia e camorra allargano i loro tentacoli e plaudono al governo degli spot. Intanto fanno strage di pesci piccoli, albanesi e africani. La soluzione è l’invio dell’esercito?

Governo Berlusconi: tv manganello. Voto – 9. Il bene o il male non stanno da una parte sola. Ma è chiara la tendenza del governo a cercare per ogni problema capri espiatori da dare in pasto all’opinione pubblica. Così si ha il consenso per un altro giro di vite e avanti il prossimo. Esempi? Un anno fa i lavavetri da eliminare per “ripulire” le città. Poi gli zingari. Quindi gli extracomunitari. Tocca alle “lucciole”. Ancora i senza diritti, i senza garanzie. Alla fine i “fannulloni”, i lavoratori in generale, (quasi) tutti rubastipendio, le loro organizzazioni, vampiri comunisti burocratizzati. Per questo governo c’è sempre un “colpevole” da criminalizzare con il sostegno di sondaggi teleguidati.