Diritto al cibo, Focsiv in piazza col riso: Antonello Fassari de “I Cesaroni” è il testimonial

Sabato 15 e domenica 16 maggio torna la campagna Abbiamo RISO per una cosa seria. FOCSIV, la più grande Federazione italiana di Organismi di volontariato internazionale, insieme a 22 dei suoi Soci, sarà presente in oltre 700 piazze italiane, per raccogliere fondi a sostegno di progetti di diritto al cibo nel Sud del mondo. Saranno coinvolti oltre

Sabato 15 e domenica 16 maggio torna la campagna Abbiamo RISO per una cosa seriaFOCSIV, la più grande Federazione italiana di Organismi di volontariato internazionale, insieme a 22 dei suoi Soci, sarà presente in oltre 700 piazze italiane, per raccogliere fondi a sostegno di progetti di diritto al cibo nel Sud del mondo.

Saranno coinvolti oltre 2000 volontari, appartenenti agli Organismi associati aderenti all'iniziativa, ma anche studenti, scout, gruppiparrocchiali e missionari. Presso gli stand allestiti nelle piazze saranno distribuiti oltre 100.000 chili di riso: in cambio di unadonazione di 5 euro, si potrà ricevere un pacco da 1 chilo di riso pregiato della qualità Thai del commercio equo e solidale certificato Fairtrade.

Per sostenere l'iniziativa, inoltre, è possibile effettuare una donazione on line sul sito a partire da 5 euro, valore simbolico di un pacco di riso virtuale. I progetti sostenuti sono 23, parlano di educazione e sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile, recupero delle tradizioni e accesso al cibo per le popolazioni locali. La sovranità alimentare è il diritto di ognuno di poter scegliere come e cosa produrre, nel rispetto della terra, dell'acqua, di tutte le risorse naturali, sovranità alimentare e dei modelli produttivi tradizionali. 

Non basta assicurare il sostentamento delle popolazioni più povere per garantirne lo sviluppo, ma è necessario che la sovranità alimentare diventi un diritto condiviso da tutti e non un potere nelle mani di pochi, ed è per la sua affermazione che la FOCSIV lavora, da oltre 35 anni.

"Secondo i dati Fao del dicembre 2009, per la prima volta nella storia, il numero delle persone che soffre lafame ha superato il miliardo – ricorda Sergio Marelli, Segretario Generale della FOCSIV – si stima che siano 100 milioni quelle che rischiano di ricadere in una condizione di povertà estrema,vanificando, così, i passi avanti fatti verso il raggiungimento del primo obiettivo di sviluppo della Dichiarazione del Millennio, che intendeva dimezzare, entro il 2015, la percentuale della popolazione mondiale che soffre la fame. A fronte di un'emergenza cibo che miete ogni giorno migliaia di vittime – ribadisce Marelli – abbiamo una risposta sempre meno adeguata da parte dei governi."

Sono oltre 300, infatti, i miliardi di dollari che mancano agli aiuti pubblici affinché nel 2015 possano essere raggiunti gli obiettivi di sviluppo del Millennio, dei quali più di 20 solo in Europa.

"Mai come in questo momento la solidarietà di tutti è importante- conclude Marelli– non soltanto per permettere ai progetti intrapresi di crescere e garantire alle persone destinatarie dei nostri interventi unconcreto processo di sviluppo, ma anche per richiamare governi e istituzioni ad assumersi le lororesponsabilità".

La campagna e il testimonial. La campagna prevede uno spot TV di 20 e 40 secondi e uno spotradio di 30 secondi, il cui regista, nonché protagonista è Antonello Fassari, celebre attore e registadi teatro e cinema e volto noto del piccolo schermo, Testimonial dell'iniziativa dal 2007. Il fortunatissimo interprete de "I Cesaroni" sostiene l'iniziativa "… perché" dice, "ho visto quantapassione ed entusiasmo ci mettono i volontari della FOCSIV e poi – aggiunge Fassari – l'iniziativa ha ache fare con due cose che mi riguardano da vicino , il cibo e il sorriso e di certo il riso è migliore quando è sulla bocca di tutti!"