Diego Anemone, quante teste cadranno?

Mi duole dovere arrivare a scrivere un articolo come questo, scrive Don Paolo Padrini su Passineldeserto, ma il caso Anemone sta rischiando di toccare moltissime persone, del mondo della finanza, come di quello dei sevizi segreti, di quello della politica ed anche della Chiesa romana. Ne stanno parlando proprio oggi tutti i giornali, sottolineando come nel “giro” del costruttore

Mi duole dovere arrivare a scrivere un articolo come questo, scrive Don Paolo Padrini su Passineldeserto, ma il caso Anemone sta rischiando di toccare moltissime persone, del mondo della finanza, come di quello dei sevizi segreti, di quello della politica ed anche della Chiesa romana.

Ne stanno parlando proprio oggi tutti i giornali, sottolineando come nel "giro" del costruttore romano, ci siano molti nomi illustri tra i quali, probabilmente, quelli di alcuni prelati.

Con schiettezza e serenità, ed allo stesso conscio che quale "peccatuccio privato" un po' rischiamo di averlo tutti, mi sento però di poter dire che è necessario che chiarezza venga fatta e che il sistema di corruzzione e favori – se di questo si tratterà – venga svelato, qualsiasi persona tocchi.

Non voglio fare il "castigamatti" (come si dice dalle mie parti), ma la chiarezza – lo abbiamo visto nella Chiesa riguardo al gravissimo problema della pedofilia – vince sempre ed è sempre assolutamente salutare.

Continua a leggere su Passineldeserto.