Super 14 – Rush finale e polemiche roventi

Tutto il mondo è paese e il finale di stagione del Super 14, il campionato dell’Emisfero Sud, non si fa mancare le tipiche polemiche che siamo abituati a leggere sulle pagine sportive italiane. Mentre da noi i rugbisti senza macchia amano paragonare il successo del Rovigo su Prato che ha regalato le semifinali agli “odiati”

Tutto il mondo è paese e il finale di stagione del Super 14, il campionato dell'Emisfero Sud, non si fa mancare le tipiche polemiche che siamo abituati a leggere sulle pagine sportive italiane. Mentre da noi i rugbisti senza macchia amano paragonare il successo del Rovigo su Prato che ha regalato le semifinali agli "odiati" padovani con la sconfitta calcistica della Lazio con l'Inter che ha negato (forse) lo scudetto all'"odiata" Roma, in Australia è guerra tra i Waratahs e i Bulls. Il motivo? Il presunto poco impegno che i tori metteranno sabato, nell'ultimo turno di campionato.

Facciamo un passo indietro e guardiamo la classifica del Super 14. I sudafricani Bulls sono primi, matematicamente in semifinale e certamente disputeranno i playoff in casa (con conseguente vantaggio sportivo ed economico). Seguono a distanza gli Stormers, con un punto di vantaggio sui Waratahs, due su Brumbies e Hurricanes, tre sui Crusaders e cinque sui Reds. Sono queste sei squadre a giocarsi i playoff negli ultimi 80'.
Il calendario, ironia della sorte, sembra favorevole agli sfavoritissimi Reds, che ospitano gli Highlanders ormai fuori dai giochi, ma che anche con un successo con bonus difficilmente otterranno le semifinali. Infatti, Crusaders e Brumbies da un lato e Waratahs e Hurricanes dall'altro si sfideranno in due incroci pericolosi che premieranno con i playoff le vincenti e manderanno a casa chi fallirà l'appuntamento. Insomma, Bulls sicuri, Reds praticamente fuori e le due vincenti delle sfide dirette in semifinale. Quindi perché le polemiche e, soprattutto, chi sarà la quarta regina?
Ed ecco il colpo di scena. Gli Stormers, attualmente secondi, ospitano l'armata Bulls (entrambe le squadre sono sudafricane, ndr.). Sulla carta gli ospiti sarebbero favoriti e gli Stormers rischierebbero l'esclusione dai playoff. O, seppur perdendo, rischierebbero di venir superati da chi li segue e di chiudere quarti, cioé qualificati ma con la semifinale da giocare fuori casa. A vantaggio, probabilmente, dei Waratahs, attualmente terzi. Waratahs inferociti perché i Bulls hanno già da giorni annunciato un pesante turnover nel quale faranno riposare i pezzi da novanta schierando una formazione decisamente più debole. E, di conseguenza, favorendo un possibile successo, magari con bonus, degli Stormers. Che così eliminerebbero automaticamente i Reds e strapperebbero ai Waratahs una possibile semifinale in casa. Polemiche, quindi, che i Bulls hanno già rispedito al mittente, assicurando che chi scenderà in campo darà il massimo e che la squadra sarà competitiva. Assicurazioni che non sono state accettate in Australia.
E la polemica continua. In fondo… tutto il mondo è paese, no?

Super 14 – Quattordicesima giornata
Sharks – Western Force
Crusaders – Brumbies
Waratahs – Hurricanes
Lions – Cheetahs
Stormers – Bulls
Blues – Chiefs
Reds – Highlanders

Super 14 – Classifica
Bulls 48; Stormers 39; Waratahs 38; Brumbies, Hurricanes 37; Crusaders 36; Reds 34; Blues 32; Sharks 29; Chiefs 25; Cheetahs 21; Western Force 18; Highlanders 16;  Lions 5

Wikio - Top dei blog - Sport

 

facebook_logo.jpg

I Video di Blogo