Islanda, la nube arriva in Italia: Lombardia e Piemonte coperti dalle 14

La nube dall’Islanda continua a scardinare i piani di chi si affida al traffico aereo. Dopo l’allarme rientrato domenica in cui in sei ore di chiusura sono stati cancellati 300 voli tra Malpensa, Linate e Orio al Serio, il traffico aereo è ripartito solo nel pomeriggio, anche se a singhiozzo e con qualche ritardo come leggiamo su IlGiornale.     Secondo le previsioni

La nube dall'Islanda continua a scardinare i piani di chi si affida al traffico aereo. Dopo l'allarme rientrato domenica in cui in sei ore di chiusura sono stati cancellati 300 voli tra Malpensa, Linate e Orio al Serio, il traffico aereo è ripartito solo nel pomeriggio, anche se a singhiozzo e con qualche ritardo come leggiamo su IlGiornale.    

Secondo le previsioni del climatologo dell'Enea Vincenzo Ferrara Vincenzo Ferrara sulla base di una nuova analisi del Vaac (Volcanic Ash Advisory Centres) oggi la nube invaderà il Mediterraneo occidentale fino alla Sardegna ed alla Corsica, e coprirà, inoltre, anche il Piemonte, la Liguria e gran parte della Lombardia, entro le ore 14 di oggi. 

Entro le 20 invece la nube di ceneri vulcaniche si estenderà su parte del Veneto, sull'Emilia Romagna, sulla Toscana e sull'alto Lazio ed, infine, entro la tarda notte tra martedì e mercoledì (le ore 2 circa) coprirà tutta l'Italia settentrionale e centrale, escluso il Molise. 

Tutto ciò, precisa poi Ferrara, è riferito alla parte più bassa della nube (quella al di sotto dei 6000-6500 metri di quota), quella che presenta maggiori rischi per la navigazione aerea. La parte ad alta quota della nube (quella al di sopra dei 6000 metri circa), meno problematica per la navigazione aerea, «è già arrivata nella repubblica Ceca ed in Polonia ed invaderà – conclude Ferrara – nella giornata di oggi anche tutti i Paesi baltici fino a toccare la Finlandia».