Scherma, Mondiali Kazan 2014: nessuna medaglia individuale dalla sciabola

Il miglior risultato è il sesto posto di Aldo Montano.

Dalla squadra di sciabola non arriva alcuna medaglia ai Mondiali di Scherma in corso a Kazan, almeno a livello individuale. Purtroppo sia i ragazzi sia le ragazze oggi non sono riusciti a raccogliere nulla. I risultati migliori sono stati il sesto posto di Aldo Montano nel tabellone maschile e il nono di Irene Vecchi in quello femminile.

Il titolo mondiale è andato al russo Nikolay Kovalev tra gli uomini e all’ucraina Olga Kharlan tra le donne.
Proprio Kovalev ha eliminato Aldo Montano ai quarti di finale per 15-12, praticamente l’avversario di arduo che ha affrontato oggi il russo che ha poi superato la semifinale contro il romeno Dolcineau per 15-9 e in finale ha battuto il coreano Gu per 15-7. Kovalev, che alle Olimpiadi di Londra 2012 ha vinto il bronzo, nella penultima edizione dei Mondiali aveva vinto l’argento e dunque l’unico modo per migliorarsi era conquistare l’oro e ci è riuscito alla grande. Il bronzo è andato, oltre che a Dolniceau, anche al russo Yakimenko, eliminato in semifinale da Gu.

Montano prima di incontrare il russo aveva eliminato l’ucraino Boyko per 15-16, poi l’iraniano Abedini per 15-8 e infine il francese Anstett per 15-5. Per quanto riguarda gli altri azzurri, Enrico Berrè ha chiuso al decimo posto dopo aver vinto contro il francese Lambert per 15-11 nel tabellone dei 64 e per 15-10 contro un altro transalpino, Bolade Apithy, in quello dei 32, infine è stato eliminato nel tabellone dei 16 dal tedesco Max Hartung per 15-11.

Diego Occhiuzzi ha vinto contro lo spagnolo Marco Garcia Miguel per 15-12, poi contro l’americano Spears per 15-14, ma è stato sconfitto dal russo Alexey Yakimenko per 15-16 e si è classificato undicesimo. Infine Luigi Samele è arrivato diciottesimo dopo aver vinto solo la sfida nel tabellone dei 64 contro il vietnamita Vu per 15-3 per poi essere battuto dal francese Anstett per 15-11.

Nel tabellone delle ragazze, come detto, Irene Vecchi è arrivata nona dopo aver vinto per 15-4 contro la giapponese Hamada, poi per 15-14 contro la coreana Hwang prima di essere eliminata per 15-13 dalla russa Sofiya Velikaya.
Ilaria Bianco è oggi ha vinto contro la cinese Shen per 15-8, poi contro la panamense Grench per 15-12, ma ha perso nel tabellone delle 16 contro la greca Vassiliki Vougiouka per 15-10 e si è classificata sedicesima.
Come Bianco, anche Lucrezia Sinigaglia proveniva dalle qualificazioni e la sua avventura mondiale è terminata ai sedicesimi quando è stata sconfitta per 15-13 dalla giapponese Kikuchi dopo aver vinto per 15-14 contro la coreana Kimnel tabellone delle 64. Sinigaglia si è classificata al trentaduesimo posto.

Infine, Rossella Gregorio, è stata eliminata al primo turno, ossia nel tabellone delle 64, dalla tedesca Limbarch per 15-9 e ha chiuso in trentaseiesima posizione.
Per quanto riguarda le altre medaglie, il bronzo p andato a
lle russe Egorian e Dyachenko e l’argento all’americana Zagunis, sconfitta in finale dalla Kharlan.

Domani tocca al fioretto, maschile e femminile, e la musica dovrebbe cambiare.

Foto e Video © Federscherma

I Video di Blogo