Palermo: costringe moglie e figlia a prostituirsi, arrestato 50enne

E’ finito in manette a Carini, in provincia di Palermo, il 50enne D.R., disoccupato che per anni ha costretto moglie e figlia minorenne a prostituirsi. Tutto era iniziato con alcune foto erotiche, come riporta Sicilia Today in un approfondito articolo: Il marito, utilizzando dei pretesti, immortalava la donna in scatti osé, impiegati successivamente per annunci

E’ finito in manette a Carini, in provincia di Palermo, il 50enne D.R., disoccupato che per anni ha costretto moglie e figlia minorenne a prostituirsi.

Tutto era iniziato con alcune foto erotiche, come riporta Sicilia Today in un approfondito articolo:

Il marito, utilizzando dei pretesti, immortalava la donna in scatti osé, impiegati successivamente per annunci pornografici. Quindi, dietro la minaccia di rivelare tutto, la costringe a prostituirsi con uomini adescati tramite inserzioni sui giornali e su internet.
Intanto la figlia (di lei, avuta da un precedente matrimonio) cresce e arrivano i primi terribili sospetti della madre di un possibile coinvolgimento della propria figlia nei giochi erotici di R.D.

Sospetti che purtroppo si rivelano fondati quando la donna incontra per caso un suo ex cliente le rivela di aver preso appuntamento, tramite ovviamente R.D., con una ragazza.

La conferma arriva poi da alcune foto della figlia nuda trovate dalla donna nella sua abitazione. A quel punto è scattata la denuncia e con essa anche le manette per il padre-padrone, accusato di violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione minorile.

Con le stesse accuse è stato arrestato anche un altro uomo, un 50enne cliente abituale della ragazza, incastrato da alcune foto scattate con la giovane nel suo studio, nelle quali si vedeva chiaramente una laurea appesa al muro e, di conseguenza, il suo cognome.

Via | Sicilia Today