4000 tonnellate di cibo scaduto sequestrate a Salerno

Quattromila tonnellate di cibo scaduto ma in via di rietichettatura. Perché tanto ben di Dio era un peccato buttarlo, no? Ma i Nas di Salerno non l’hanno pensata così e hanno sequestrato tutto, all’interno di un deposito a Battipaglia (SA). La legge dice che alimenti detenuti in cattivo stato di conservazione, in locali abusivi e

Quattromila tonnellate di cibo scaduto ma in via di rietichettatura. Perché tanto ben di Dio era un peccato buttarlo, no? Ma i Nas di Salerno non l’hanno pensata così e hanno sequestrato tutto, all’interno di un deposito a Battipaglia (SA). La legge dice che alimenti detenuti in cattivo stato di conservazione, in locali abusivi e privi dei necessari requisiti igienico sanitari, non si devono commercializzare. E se la data di scadenza è stata superata da tempo non è lecito cancellarla con solventi chimici ed asportare le precedenti etichette con immersioni all’interno di vasche d’acqua.

Alla Corex, azienda che opera nel settore esportazione di alimenti Made in Italy con decine di clienti in tutto il mondo, però sono scesi dalle nuvole. Fortuna per gli noi che gli alimenti erano destinati prevalentemente al mercato nordamericano e a quello asiatico, ma chissà quante delle cose che compriamo subiscono trattamenti simili. Non ci voglio pensare, che mi sento già male…