Wimbledon 2014: Kvitova e Bouchard in finale, sconfitte Safarova e Halep

Wimbledon 2014. Semifinali femminili | 3 luglio

Petra Kvitova e Eugenie Bouchard sono le due finaliste del torneo femminile di Wimbledon 2014. Sconfitte Safarova e Halep, entrambe in due set. Ecco la cronaca delle semifinali

Kvitova b. Safarova 7-6; 6-1: Petra Kvitova vince il derby ceco e conquista la seconda finale, in carriera, a Wimbledon. Primo set molto equilibrato. Inizio incerto per la Safarova che paga l’emozione della prima semifinale Slam sul campo di tennis più prestigioso al mondo. Meglio la Kvitova che allunga 2-0 ma non riesce a staccare ulteriormente l’avversaria che, dopo l’avvio balbettante, entra finalmente in partita e si riporta in parità. Dal 2-2, dominano i servizi, senza l’ombra di una palla break, un’eccezione per il tennis femminile. Si arriva così, senza sussulti, al tie break, l’epilogo più giusto, nel quale si conferma l’equilibrio precedente. La Kvitova, per due volte, distanzia la connazionale di due punti. Ripresa, Petra si stacca sul 6-6, sul servizio della Safarova e chiude con un dritto vincente 8-6.

Il secondo parziale comincia come quello appena concluso. La Kvitova si prende subito un break di vantaggio ma, stavolta, lo conferma e sale 3-0. La Safarova si rifà sotto sul 3-1 ma vanifica l’occasione del controbreak. E’ l’ultimo ostacolo per Petra che, in fiducia e supportata dal servizio, si invola, indisturbata al meritato 6-1 finale.

Bouchard b. Halep 7-6; 6-2: Ce l’ha fatta la Bouchard. Dopo le sconfitte in semifinale agli Australian Open e al Roland Garros, la graziosa canadese centra l’obiettivo della finale a Wimbledon, battendo la Halep in due set.

Partita simile a quello tra Kvitova e Safarova e non solo nel punteggio. Nel primo set, al break e controbreak in avvio, segue una fase di equilibrio e poche emozioni che si protrae fino 6-6. L’unica differenza dalla prima semifinale, un medical time out chiamato dalla Halep per una lieve distorsione alla caviglia che si risolve con una fasciatura rigida applicata dal fisioterapista. Non è l’unico inconveniente medico. Durante il tie break, la partita viene interrotta per il malore di una spettatrice in tribuna dovuto all’insolito caldo londinese. Nervosissime, le due giocatrici sono costrette a una pausa forzata che, fortunatamente, dura solo 3 minuti. Al rientro in campo, è la Halep a cedere per prima sotto 5-4. Ne approfitta Genie che capitalizza, con uno smash, il secondo set point a disposizione.

La seconda frazione è dominata dalla Bouchard. La Halep crolla nel gioco e, soprattutto, nella convinzione e si ritrova a inseguire 4-1 con un doppio break al passivo. La rumena continua a sbagliare e sventa due set point nel settimo game. La resa però è solo rimandata. Sul 5-2 e servizio, la Bouchard dilapida altre due opportunità per la vittoria da 40-15 ma non perde la calma e raggiunge la meritata finale.

Wimbledon 2014: semifinali femminili | 3 luglio

Sono i quattro giorni più belli e avvincenti a Wimbledon. Da oggi a domenica si decide il destino della 128esima edizione dei Championship. Si comincia oggi, giovedì 3 luglio, con le due semifinali del torneo femminile.

Alle 14, ora italiana, va in scena, sul Centrale il derby ceco tra Kvitova e Safarova, le due punte di diamante di un movimento tennistico in continua crescita anche nel comparto maschile con Jiri Vesely, possibile erede di Berdych e Stepanek. Petra e Lucie si conoscono benissimo. Da anni guidano la Rep.Ceca alle vittorie in Fed Cup ma mai si erano affrontate in una sfida così importante e in un torneo tanto prestigioso. La Kvitova ha sempre battuto la connazionale nelle cinque sfide sin qui disputate, l’ultima delle quali, recentissima, sull’erba di Eastbourne, due settimane fa (6-1; 5-7; 7-6). Sta giocando benissimo la campionessa del 2011. Il successo con Venus Williams al terzo turno le ha dato fiducia, quello che serve per compensare le solite lacune nella tenuta mentale durante le partite. E’ lei la favorita anche se la Safarova non parte certo battuta.

Si prospetta altrettanto interessante la seconda semifinale tra Halep e Bouchard, in campo a seguire, sempre sul Centrale. La graziosa Genie è alla terza semifinale consecutiva negli Slam del 2014. Le altre due, a Melbourne e al Roland Garros le ha perse ma contro Li Na e Sharapova. Oggi ha un’avversaria altrettanto forte ma, forse, più alla sua portata.

Momento idilliaco per la Halep. Dopo la finale al Roland Garros, la semifinale ai Championship, torneo nel quale come miglior risultato vantava un terzo turno. Non solo gioca bene la rumena ma è anche “fortunata”. Pereira, Tsurenko, Bencic. Diyas, Lisicki, tranne l’ultima, le altre avversarie incontrate sin qui non potevano impensierirla in alcun modo. Per la migliore classifica, considero la Halep leggermente favorita. Non mi stupirei però di un successo della Bouchard che, comunque vada, da lunedì entrerà nella top ten del ranking Wta.

I Video di Blogo

pf 260313 son alfano attentato

Ultime notizie su WTA Tour Championships

Tutto su WTA Tour Championships →