Camorra: l’arresto di un pericoloso latitante a Barcellona, ma chi è Pietro M.?

Nei giorni scorsi le agenzie hanno battuto la notizia dell’arresto in Spagna – a Pineda de Mar, vicino a Barcellona – di un “pericoloso” latitante membro camorra ed originario dell’Agro nocerino-sarnese, precisamente di Nocera Inferiore. La notizia è partita dal giornale La Vanguardia per poi rimbalzare più o meno identica sulle testate internazionali. Con una

di fabio



Nei giorni scorsi le agenzie hanno battuto la notizia dell’arresto in Spagna – a Pineda de Mar, vicino a Barcellona – di un “pericoloso” latitante membro camorra ed originario dell’Agro nocerino-sarnese, precisamente di Nocera Inferiore. La notizia è partita dal giornale La Vanguardia per poi rimbalzare più o meno identica sulle testate internazionali.

Con una panoramica tramite Google News possiamo notare innanzitutto il generico copia/incolla della stessa agenzia nelle testate europee, successivamente che in Italia se n’è parlato relativamente poco. Ma che soprattutto le generalità di tale Pietro M. non sono state volutamente diffuse, probabilmente perchè il soggetto ha un passato da collaboratore di giustizia. Pentito, insomma. O più semplicemente per pigrizia dei giornalisti, chissà.

Quello che non viene detto dalla testate nazionali lo diciamo noi: Pietro M. sta per Pietro Montella, ammirabile nella foto segnaletica, cinquantenne discreto con l’accusa di essere legato alle cosche camorristiche di Nocera e Pagani. Alle spalle ha una condanna ad oltre 20 anni di carcere in Italia per 2 omicidi commessi nel ’94. Attualmente il mandato di cattura internazionale era stato emesso per omicidio, traffico di droga e associazione criminale. Dalla Spagna è già partito l’ordine di estradizione, per cui a breve verrà processato nei tribunali italiani.

Fonte | Noceranotizie.it e El Paìs

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →