Pistorius a rischio suicidio: “soffre di gravi disturbi mentali”

L’avvocato dell’atleta contro la perizia effettuata dal tribunale: Pistorius ha bisogno di cure psichiatriche, altrimenti rischia di togliersi la vita

Continua il processo ad Oscar Pistorius, ex atleta paralimpico che è accusato dell’omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp nel giorno di San Valentino del 2013. Il sudafricano soffre di gravi disturbi mentali e se non continuerà a sostenere cure psichiatriche, è a forte rischio suicidio. Lo ha detto oggi in aula a Prestoria, in Sudafrica, il legale di Pistorius, l’avvocato Barry Roux, leggendo degli estratti di un rapporto compilato da tre psichiatri. L’ex corridore, stando a quanto riportato dal suo legale, soffre di “depressione e disturbo da stress post-traumatico” dopo aver ucciso la fidanzata. Si tratta della risposta della difesa di Pistorius a quanto affermato due giorni fa i quattro periti che hanno esaminato l’atleta sudafricano per conto dell’accusa: l’uomo non soffre di alcun disturbo mentale, avevano scritto nel loro referto.

Due pareri completamente contrastanti, dunque, che sono entrambi nelle mani del giudice che sarà chiamato ad emettere la sentenza sull’efferato delitto avvenuto a febbraio del 2013. Il rapporto di cui parla l’avvocato di Pistorius, è stato redatto da tre specialisti, che hanno seguito e osservato attentamente l’atleta paralimpico per ben trenta giorni all’interno dell’ospedale psichiatrico di stato. Il 27enne sudafricano, è da tempo in cura per le turbe psichiche seguite all’omicidio della fidanzata Reeva:

“Il signor Pistorius è rimasto profondamente traumatizzato dai fatti accaduti il 14 febbraio 2013. Soffre di stress postraumatico e di una sindrome depressiva grave. Pistorius – sostiene il suo avvocato leggendo il referto medico – è in cura ed è seguito da psichiatri e psicologici, senza un trattamento medico adeguato le sue condizioni rischiano di peggiorare e ciò aumenterebbe il rischio di suicidio”

Il rapporto psichiatrico, esattamente di parere opposto a quello della procura, non solleva comunque Pistorius dalla responsabilità penale del delitto. L’atleta si è sempre difeso affermando di aver sparato alla modella e showgirl Reeva Steenkamp, pensando si trattasse di un intruso, entrato furtivamente nella loro abitazione.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia