Basket | Marco Belinelli, un tatuaggio per festeggiare il titolo NBA

Non solo nelle sue memorie, ma anche sul suo corpo: Marco Belinelli si è tatuato data e trofeo, dopo aver conquistato il titolo NBA. La foto del tatuaggio.

La grande gioia per aver vinto il titolo NBA val bene un tatuaggio. Marco Belinelli ha deciso di marchiare per sempre sulla sua pelle il 15 giugno 2014, la data in cui ha conquistato l’anello con i San Antonio Spurs. Un giorno che resterà indimenticabile nei ricordi e nelle memorie dell’azzurro, per aver coronato il sogno della sua vita ed essere diventato il primo italiano nella storia a sollevare il Larry O’Brien Trophy. Ed, oltre alla data, proprio il trofeo è protagonista del tatuaggio, sul bicipite sinistro.

[iframe width=”612″ height=”710″ src=”//instagram.com/p/pzapIsu5Kc/embed/” frameborder=”0″]

Un trionfo per coronare tanti sforzi e tanti momenti di difficoltà, con anche un po’ di scoramento, quando, nei primi anni dopo aver varcato l’oceano, Belinelli vedeva il campo solamente a partite già chiuse e per pochi minuti. Il bolognese ci ha sempre creduto, anche andando contro il parere di molti, ed ora vuole godersi questo momento il più a lungo possibile, magari per tutta la vita, come questo ‘marchio’ per sempre sulla pelle. Perché questo titolo non glielo potrà mai togliere nessuno, indipendentemente da cosa accadrà nel futuro.

Sicuramente, quello prossimo, sarà ancora a San Antonio, per provare a fare uno storico bis. La squadra texana tenterà di difendere l’anello, ancora con i suoi leader in campo, visto che la formazione di Popovich resterà più o meno la stessa, dopo la decisione di Tim Duncan di giocare ancora un anno in neroargento. E ci sarà ancora anche il Beli, dopo una stagione da protagonista, seppur con un utilizzo ridotto nel corso dei playoff. Ma quella tripla in gara 3, mentre Miami rimontava, ha lasciato un segno indelebile su stagione e titolo.

Ultime notizie su NBA

Tutto su NBA →