USA: uccise la figlia della sua compagna, giustiziato dopo 26 anni

L’uomo che vedete in foto, Wayne Tompkins, 51 anni, è stato giustiziato ieri in Florida, tramite iniezione letale, in quanto ritenuto l’assassino della 15enne Lisa DeCarr, figlia della sua compagna, avvenuto nel 1983, ben 26 anni fa. In un primo memento si era pensato che la giovane fosse scappata di casa, ma dopo un anno

L’uomo che vedete in foto, Wayne Tompkins, 51 anni, è stato giustiziato ieri in Florida, tramite iniezione letale, in quanto ritenuto l’assassino della 15enne Lisa DeCarr, figlia della sua compagna, avvenuto nel 1983, ben 26 anni fa.

In un primo memento si era pensato che la giovane fosse scappata di casa, ma dopo un anno di assenza il suo corpo è stato rinvenuto sotto il porticato della loro abitazione di Tampa: strangolata con la cintura dell’accappatoio rosa con cui poi è stata sepolta proprio a pochi metri dalla posta di casa.

L’uomo si è sempre dichiarato innocente, nonostante le numerose prove e i test del DNA affermassero il contrario. Pare che le sue ultime parole siano state “Io sono buono“.

Al momento dell’esecuzione era presente Lisa Lea DeCarr, sorella della vittima, che ha dichiarato: “Per tutti questi anni l’ho odiato così tanto che l’avrei ucciso io con le mie mani

Per chi fosse interessato, qui c’è la descrizione dei suoi ultimi 9 minuti di vita, dal momento in cui si sono aperte le tende a quando è stato dichiarato morto.

Via | Tampa Tribune