Rapinano una banca: con le maschere di Berlusconi e dell’Utri

Travestimento più ciula (milanesismo traducibile con “stupidino”) credo non sia mai esistito nella storia del crimine, anche se devo ammettere che questi due fratelli, Matteo e Michele Manganaro, di 46 e 45 anni, hanno un certo gusto per il grottesco oltre ad una incredibile e involontaria sincronicità con le vicende del Premier. Fino alle maschere

Travestimento più ciula (milanesismo traducibile con “stupidino”) credo non sia mai esistito nella storia del crimine, anche se devo ammettere che questi due fratelli, Matteo e Michele Manganaro, di 46 e 45 anni, hanno un certo gusto per il grottesco oltre ad una incredibile e involontaria sincronicità con le vicende del Premier.

Fino alle maschere di Berlusconi e Dell’Utri, utilizzate per il colpo da 70mila euro – poi fallito, trovate tutto sul Corriere – ci siamo. Geniale, ma chiaramente ispirato a Point Break. E già dei rapinatori di banche che si guardano Point Break, mi stanno simpatici.

Ma è il resto che è fantastico, ovvero il cognome dei due: forza, cosa vi ricorda? Vediamo se ce la fate: pensate allo stalliere di Arcore…a un mafioso pluriomicida definito da un condannato in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa come “Un eroe”…bravi, avete vinto! Sto pensando a Vittorio Mangano.

Foto | Kaneda@Il Riso degli Angeli