Ipse dixit

Massimo D’Alema vuole il sistema elettorale tedesco, guarda al centro, fa la corte a Casini e dice l’opposto di VeltroniAlla Festa dell’Udc a Chianciano Massimo D’Alema (ex avversario) fa il pieno di applausi mentre Fabrizio Cicchitto (ex alleato) prende solo fischi. Sul dibattito “Riforme e legge elettorale”, l’ex ministro degli Esteri getta il sasso (un

Massimo D’Alema vuole il sistema elettorale tedesco, guarda al centro, fa la corte a Casini e dice l’opposto di Veltroni

Alla Festa dell’Udc a Chianciano Massimo D’Alema (ex avversario) fa il pieno di applausi mentre Fabrizio Cicchitto (ex alleato) prende solo fischi. Sul dibattito “Riforme e legge elettorale”, l’ex ministro degli Esteri getta il sasso (un macigno) nello stagno.

Dice D’Alema: “La proposta del governo per le europee, soglia al 5% e niente preferenze, è la goccia che fa traboccare il vaso, è la chiusura del cerchio, la definitiva spogliazione dei cittadini della possibilità di scegliere da chi essere rappresentati e l’affidamento di tutto il potere alle oligarchie”.

Ma D’Alema non si ferma qui e analizza il bipolarismo che “non ha dato governi in grado di dare risposte positive ai problemi del paese”. E giù la proposta: “Ci vuole un bipolarismo meno rigido, con più responsabilità per i partiti. Il sistema migliore è quello tedesco e chi ci crede deve dare battaglia”.

Musica per le orecchie dei “centristi”. Massimo D’Alema dice le stesse cose che i “democristiani” (ex o post) affermano da 15 anni.

Parte la nuova alleanza? Forse è l’inizio della svolta. Che ne pensa Walter Veltroni? Anche al Cavaliere fischiano le orecchie …

I Video di Blogo