Giro del Delfinato 2014: Westra vince la tappa regina, Contador si veste di giallo (VIDEO)

L’olandese ha rimontato e negli ultimi metri ha battuto i russi della Katusha Trofimov e Silin. Contador ora ha 8″ su Froome.

La settima tappa del Giro del Delfinato da Ville la Grand con arrivo in salita a Finhaut-Emosson ha regalato un grande spettacolo sia per la vittoria di giornata, sia per la lotta per la Maglia Gialla che oggi ha cambiato padrone.

La frazione da 160 km è stata vinta dall’olandese dell’Astana Lieuwe Westra, secondo ieri dietro Jan Bakelants, ma primo oggi grazie a una strepitosa azione nel finale in cui ha superato negli ultimi cento metri i russi Yury Trofimov ed Egor Silin, entrambi del Team Katusha e dunque in superiorità numerica rispetto a lui. Westra ha rimontato e ha tagliato il traguardo con 7″ di vantaggio. Tutti e tre i primi oggi all’arrivo hanno fatto parte di una fuga di 14 uomini che è partita intorno al 34° km e ha ottenuto fino a 7′ di vantaggio sul gruppo della Maglia Gialla.

I battistrada del giorno con Westra, Trofimov e Silin sono stati Giovanni Visconti (Movistar), Blel Kadri (Ag2r-La Mondiale), Cyril Gautier (Europcar), Tony Gallopin (Lotto Belisol), Matthias Brändle (IAM Cycling), Alessandro De Marchi (Cannondale), Greg Van Avermaet (BMC), Julian Alaphilippe (Omega Pharma-QuickStep), Lars Boom (Belkin), Daniel Schorn (NetApp) e Ryder Hesjedal (Garmin-Sharp). De Marchi è stato il più bravo sul Col du Corbier e sul Pas de Morgins conservando la sua Maglia a Pois, mentre Trofimov ha transitato per primo sulla Côte des Gets e sul Col de la Forclaz.

A 22 km dalla fine è partito l’attacco proprio di Trofimov, vincitore della quarta tappa, cui hanno risposto il suo compagno Egor Silin, poi Lieuwe Westra, Ryder Hesjedal e Tony Gallopin. Trofimov e Silin negli ultimissimi chilometri hanno guadagnato un vantaggio di circa un minuto sugli altri battistrada, ma proprio a un chilometro dal traguardo Westra ha dato il via alla sua rimonta e l’ha coronata bruciando i due russi.

Nella lotta alla Maglia Gialla, invece, decisivo è stato l’attacco di Alberto Contador negli ultimi due chilometri: il Pistolero della Tinkoff-Saxo si è staccato e nessuno è riuscito a restargli a ruota, neanche Froome che alla fine è arrivato con 20″ di ritardo rispetto alla spagnolo che fino a stamattina era indietro di 12″ e dunque oggi è in vantaggio di 8″ quando manca una sola tappa alla fine del Giro del Delfinato. Contador è arrivato quarto al traguardo, Froome settim con Hesjedal, mentre Vincenzo Nibali, che si è fatto vedere in un tratto in discesa, si è piazzato all’ottavo posto conservando il sesto il classifica generale.

Ecco i primi dieci oggi al traguardo della settima tappa:

    1) Lieuwe Westra (Ned) Astana 4h 32′ 51″
    2) Yuriy Trofimov (Rus) Katusha +7″
    3) Egor Silin (Rus) Katusha +16″
    4) Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo +1′ 33″
    5) Andrew Talansky (USA) Garmin-Sharp +1′ 51″
    6) Ryder Hesjedal (Can) Garmin-Sharp +1′ 53″
    7) Chris Froome (GBr) Sky +1′ 53″
    8) Vincenzo Nibali (Ita) Astana +2′ 11″
    9) Romain Bardet (Fra) Ag2r-La Mondiale +2′ 16″
    10) Sébastien Reichenbach (Swi) IAM Cycling +2′ 19″

E queste le prime posizioni della classifica generale quando manca una sola tappa:

    1) Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo 27h 46′ 51″
    2) Chris Froome (GBr) Sky +8″
    3) Andrew Talansky (USA) Garmin-Sharp +39″
    4) Wilco Kelderman (Ned) Belkin +59″
    5) Jurgen Van Den Broeck (Bel) Lotto Belisol +1′ 14″
    6) Vincenzo Nibali (Ita) Astana +1′ 16″
    7) Romain Bardet (Fra) Ag2r-La Mondiale +2′ 11″
    8) Sébastien Reichenbach (Swi) IAM Cycling +2′ 14″
    9) Leopold Konig (Cze) NetApp-Endura +3′ 00″
    10) Lieuwe Westra (Ned) Astana +4′ 04″