Roma: 16 anni di carcere al pirata della strada moldavo che uccise uno studente

Era il 18 luglio scorso quando a Roma il moldavo 23enne Ignatiuc Vasile a bordo di un furgone Fiat Scudo rubato travolgeva l’auto sulla quale viaggiavano il 20enne Rocco Trivigno, morto sul colpo, la sorella Valentina, 22 anni, e il 25 Nicola Telesca. Ora, dopo circa 6 mesi e un processo con giudizio immediato, Vasile

Era il 18 luglio scorso quando a Roma il moldavo 23enne Ignatiuc Vasile a bordo di un furgone Fiat Scudo rubato travolgeva l’auto sulla quale viaggiavano il 20enne Rocco Trivigno, morto sul colpo, la sorella Valentina, 22 anni, e il 25 Nicola Telesca.

Ora, dopo circa 6 mesi e un processo con giudizio immediato, Vasile è stato condannato a 16 anni di carcere per omicidio volontario e lesioni gravissime. Gli sono state concesse anche le attenuanti generiche, altrimenti la pena sarebbe stata di 22 anni.

Ecco la ricostruzione dell’incidente fornita da La Repubblica:

Vasile viaggiava a circa 160 chilometri orari e stava tentando di sottrarsi ad un controllo della polizia. L’uomo, a bordo di un furgone Fiat Scudo, attraversò due-tre incroci con il semaforo rosso, non rallentando mai la velocità. Fino all’incrocio tra via Nomentana e viale Regina Margherita dove travolse la Citroen C3 con a bordo i tre giovani, sbalzandola in aria e facendola finire con violenza contro un palo della luce.


Simile sorte era toccata, seppur con una minor pena – 10 anni – al 33enne Stefano Lucidi, che pochi giorni prima dell’incidente di cui sopra aveva travolto ed ucciso con la sua Mercedes il 23enne Alessio Giuliani e la sua fidanzata Flaminia Giordani, di 22 anni.

Di seguito un paio di video girati la notte del 18 Luglio da alcuni passanti.